fbpx
Cremo, il pagellone dei centrocampisti: Buonaiuto, che qualità
Cremo, il pagellone dei centrocampisti: Buonaiuto, che qualità

Puntuali come la sosta invernale, ecco i voti ai giocatori della Cremo dopo un girone quasi completo. Oggi è il turno dei centrocampisti

Potremmo dire che non è stato il girone che ci aspettavamo, oppure è stato esattamente il girone che ci aspettavamo. La seconda Cremo di Bisoli è lontana parente della prima: poco reattiva, raramente pericolosa, con il grosso problema del gol. A girone d’andata quasi completato la classifica non mente: i grigiorossi sono in piena lotta retrocessione, a due sole lunghezze dall’ultimo posto. Nel ritorno servirà un deciso cambio di marcia per raggiungere la salvezza. Nel frattempo, diamo i voti ai giocatori per queste prime 17 giornate: è il turno dei centrocampisti.

PORTIERI

DIFENSORI


CRISTIAN BUONAIUTO, voto 6.5
Come il suo video-presentazione al suo arrivo alla Cremo, Buonaiuto è il giocatore che più fa discutere i tifosi: quando entra fa sempre la differenza, Bisoli però lo tiene sempre in panchina. Baricentro basso e tecnica sopraffina, riesce a partire titolare solo dopo un paio di mesi. La catena sulla sinistra con Valeri è la cosa che funziona di più nella squadra. Quando si infortuna la Cremo accusa il colpo e perde gran parte del suo potenziale offensivo.

MICHELE CASTAGNETTI, voto 6
L’inizio di stagione è shock: errore sesquipedale contro il Cittadella e sostituzione a fine primo tempo. Bisoli non lo perdona e lo emargina per diverso tempo; nelle rare occasioni in cui gioca dall’inizio viene sostituito al 45′. Una scelta strana e poco condivisibile, perché quando gioca “Casta” il suo lo fa sempre. Anche contro il Chievo, quando per emergenza viene schierato centrale in una difesa a tre.

FRANCESCO DELI, voto 6
Bisoli stravedeva per lui, centrocampista anni ’80 che sa fare tutto: contrasta, imposta, conclude. Ha un potenziale da 10 gol a campionato, peccato che il fisico non lo aiuti. Ci mette più degli altri a raggiungere la forma e quando ci arriva (la doppietta in pochi minuti contro l’Ascoli) si fa male. Una storia che si ripete ormai da due anni: sfortuna o maledizione?

GIANLUCA GAETANO, voto 5
Il progetto della nuova Cremo parte da Gaetano: strappato alla concorrenza in estate, Bisoli ne fa il perno del suo 4-3-1-2. Il trequartista però è un ruolo delicato in cui serve forza fisica e mentale per restare in partita. Il giocatore del Napoli vive di poche luci e molte ombre. Nemmeno l’arretramento in mezzo al campo lo fa fiorire, probabilmente ci riuscirà Tesser in quel di Pordenone.

MATTEO GHISOLFI, voto 6
Quanti anni erano che non si vedeva un giovane cremonese affacciarsi in prima squadra in pianta stabile? Bisoli gli dà l’opportunità, lui è bravo a coglierla e dopo la bella gara in Coppa Italia entra stabilmente nelle rotazioni dei titolari. Mezzala/trequartista con un gran fisico e bei piedi, Matteo – classe 2002 – viene fermato solo da un infortunio che lo tiene fuori per quasi due mesi. Una piccola battuta d’arresto: il futuro è tutto suo.

SAMUEL GUSTAFSON, voto 5
Dopo un anno condizionato dagli infortuni lo svedese ha l’opportunità di cominciare la stagione con la preparazione estiva. Bisoli lo preferisce a Castagnetti e dopo diverse partite nessuno capisce perché: gioca davanti alla difesa ma non si propone mai per ricevere palla, quando imposta sceglie sempre l’opzione più facile rinunciando a verticalizzare.

FILIPPO NARDI, voto 6
Uno degli ultimi acquisti del mercato estivo arriva alla Cremo quasi in sordina. Dopo due anni di C con il Novara, Nardi si riaffaccia al campionato cadetto in punta di piedi. Dopo la buona prova contro il Cagliari in Coppa Italia Bisoli si convince ad utilizzarlo anche in campionato, dove mette la sua grande grinta e corsa al servizio della squadra. In mezzo a qualche infortunio di troppo si fa vedere con un bell’assist per Pinato nella partita contro il Cosenza.

MARCO PINATO, voto 6.5
L’ennesimo giocatore duttile comprato dalla Cremo stupisce proprio per la sua duttilità. Preso per fare la mezzala sinistra, quando Bisoli passa al 4-3-3 si ritrova ala destra mentre a gara in corso gioca pure da trequartista o centrocampista centrale. Autore di due gol fondamentali (contro il Brescia e nell’1-0 contro il Cosenza) si impone come titolare fisso nello scacchiere grigiorosso.

LUCA VALZANIA, voto 6.5
Il lungo corteggiamento autunnale porta Valzania alla Cremo solo nei giorni finali del calciomercato. Titolare inamovibile (17 gare su 17 da titolare) risulta insostituibile per la sua corsa e il suo dinamismo visto che riesce a tenere un’alta intensità per tutti i 90′. Ha la stellina sul gol da fuori area: ne segna due (a Lecce e a Salerno). Tra i grigiorossi è quello che si merita di più questa settimana di sosta.

Nicola Guarneri
Nicola Guarneri

Direttore Responsabile

Potrebbe interessarti anche:

Cremo-Legnago, Top&Flop dei grigiorossi

Cremo-Legnago, Top&Flop dei grigiorossi

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole