Rastelli: «Ringrazio i tifosi, c’è stato fraintendimento»
Rastelli: «Ringrazio i tifosi, c’è stato fraintendimento»

Cremonese-Benevento, le dichiarazioni dell’allenatore Rastelli al termine della vittoria grigiorossa: «Conta la Cremonese e raggiungere la salvezza»

Torna al gol e alla vittoria la Cremonese. Il tecnico grigiorosso Massimo Rastelli, contestato dalla curva anche con uno striscione sollevato nel finale, ha voluto introdurre la conferenza stampa post partita con un messaggio chiarificatore e riappacificatore: «Innanzitutto ci tengo a ringraziare i tifosi che ci hanno sostenuto per tutta la gara, e chiedo scusa se in passato ci sono stati dei fraintendimenti, dico solo che quello che conta è la Cremonese e salvezza. Ci tenevo a dirlo, naturalmente felice per questi 3 punti agguantati all’ultimo istante».

GRUPPO UNITO – Al gol di Emmers, tutta la panchina e lo staff sono corsi in campo a festeggiare. Sintomo di uno spogliatoio unito che viaggia in un’unica direzione: «I ragazzi provano sempre a mettere in pratica quello che proviamo. Oggi ci siamo riusciti rischiando pochissimo. L’episodio finale in dieci la dice lunga sulla nostra forza e sulla voglia che abbiamo sempre avuto di vincere. Basti guardare quanti eravamo in area in quell’occasione: Emmers ha segnato, Arini e Carretta stavano accorrendo, Castagnetti ha tirato e Renzetti ha fatto partire il cross. Ed eravamo con l’uomo in meno…».

ATTEGGIAMENTO «Ho detto ai ragazzi che da oggi, prima di questa partita, sarebbe iniziato un altro mini-torneo da undici partite senza grandi o piccole squadre, dove sarebbe stato necessario fare punti su ogni campo – ha continuato Rastelli in conferenza stampa –. Bisogna fare risultato indistintamente. Quando si fatica a segnare il mister ha il compito di trovare la chiave giusta, noi siamo stati bravi ad andare negli spazi e ad attaccarli, chiaro che dobbiamo migliorare, anche affondando la difesa a 3. Quota salvezza? Diciamo 40 punti per essere tranquilli».

GIOVANI ALLA RIBALTA – Per un giovane che decide la partita (Emmers), ce n’è stato un altro (Strefezza) che ha rischiato di comprometterla: «Ho inserito Xian perché, data la sua giovane età, magari è portato a sentire meno la pressione rispetto a uno più esperto. È un ragazzo che ha dato il suo apporto in questi momenti ma la spensieratezza della sua età lo fa stare più tranquillo. E poi Soddimo era già ammonito e l’arbitro lo aveva già richiamato. Dispiace per l’espulsione di Strefezza, la terza nelle ultime quattro partite. ha solo fatto un gesto con le mani senza una parola fuori posto, è un gesto figlio del momento. Lo accettiamo. Dobbiamo tenere i nervi saldi e rimanere più lucidi».

▶️ Le parole di Emmers
▶️ Le parole del mister avversario Bucchi
▶️ Tabellino e cronaca
▶️ Le pagelle dei grigiorossi


Fonte: dal nostro inviato Nicolò Casali
Ogni replica, anche parziale, necessita della corretta fonte CuoreGrigiorosso.com

Nicolò Casali
Nicolò Casali

Potrebbe interessarti anche:

Piccolo al 45′: «Dobbiamo vincere»

Piccolo al 45′: «Dobbiamo vincere»