fbpx
Montalto&Carretta, attenti a quei due
Montalto&Carretta, attenti a quei due

Adriano Montalto e Mirko Carretta hanno trovato la prima rete in campionato contro il Cittadella, e non hanno alcuna intenzione di fermarsi

Si dice che chi trova un amico trova un tesoro. Adriano Montalto e Mirko Carretta non sono solo grandi amici, ma anche compagni di squadra da una vita. I due si conoscono nel 2014 (hanno giocato insieme nel Martina Franca e nella Ternana prima dell’esperienza alla Cremonese), e forse è proprio per questo che a Cremona hanno deciso di trovare la prima gioia in campionato nella stessa partita. È una bella storia da raccontare, l’emozionante sfida di Cittadella li ha visti entrambi protagonisti, e adesso che la salvezza sembra cosa fatta e il sorriso è tornato, nessuno dei due è intenzionato a fermarsi. Di tempo per continuare a incidere ce n’è.

IL TAGLIAGOLE – Adriano Montalto è approdato all’ombra del Torrazzo con grandi aspettative. I suoi numeri alla Ternana promettevano bene (20 gol in 34 partite), ma dopo il gol su rigore con il Pisa in Coppa Italia ad agosto è arrivato l’infortunio che lo ha costretto ad uno stop troppo lungo per uno della sua struttura fisica, soprattutto considerando la ricaduta di gennaio. Il classe ’88 è tornato a brillare nella trasferta di Livorno, fornendo una prestazione di livello e aiutando i compagni a trovare la tanto agognata vittoria fuori casa, e a quanto pare ci ha preso gusto. Nelle ultime due gare disputate da Montalto, infatti, la Cremo ha raccolto 6 punti, vincendo due delle ultime tre trasferte, cosa che non accadeva dalla stagione della promozione (quando i grigiorossi di Tesser vinsero a Prato e Siena). Il gol al Cittadella rappresenta una liberazione e un primo passo verso un finale di stagione tutto da vivere e da scrivere. Le sue parole a fine gara dimostrano che Adriano è pronto a dire la sua in queste ultime 4 partite, magari a fianco di suo “fratello” Mirko. E le “gole da tagliare” sono ancora tante, tantissime.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Primo obiettivo raggiunto. Adesso diamo il 100% … Mancano 4 partite. Tutti uniti per centrare qualcosa di meraviglioso. 💪

Un post condiviso da Adriano Montalto3️⃣2️⃣ (@blanck88) in data:

CORRI MIRKO, CORRI – Se la punta siciliana ha avuto poche occasioni per dare il suo contributo, Mirko Carretta ha invece partecipato attivamente alla stagione dei grigiorossi. L’esterno di Gallipoli scende in campo da 13 partite consecutive ed è un vero e proprio asso nella manica per mister Rastelli, che spesso lo sfrutta a partita in corso per spezzare gli equilibri. La rete del 3-1, arrivata dopo uno scatto imperioso e un’azione che ricorda molto quella del gol di Inzaghi in Rep. Ceca-Italia del 2006, ha permesso all’ex Martina Franca di scrollarsi di dosso tutto il peso accumulato nel corso dell’anno (a partire dalla clamorosa traversa di Palermo) e di trovare, finalmente, la prima gioia con la maglia della Cremonese. Gioia condivisa da tutti i compagni, che per esultare lo hanno riempito di “schiaffetti amichevoli” come dichiarato dall’ala stessa a fine gara, a dimostrazione che la squadra sta bene non solo in campo ma anche nello spogliatoio. Chissà che da qui in avanti le sgroppate di Mirko non possano di nuovo concretizzarsi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

⚽️🚀🙏3️⃣0️⃣#vamos#cittadellacremonese#seriebkt#oracominciailbello#instacalcio#cremonesecalcio#

Un post condiviso da Mirko (@mirko_carretta90) in data:

Così come abbiamo fatto per Strizzolo, ci auguriamo che quelli di ieri di Montalto e Carretta siano solo i primi gol di una stagione che, nonostante le difficoltà, può ancora riservare tante sorprese.


Di Lorenzo Coelli

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Collaboratore

Potrebbe interessarti anche:

Coppa Italia da record su CGR: 37mila grazie!

Coppa Italia da record su CGR: 37mila grazie!