fbpx
Carretta: «Nel gol ho rivisto l’azione di Palermo»
Carretta: «Nel gol ho rivisto l’azione di Palermo»

Le parole Mirko Carretta di al termine di Cittadella-Cremonese, terminata 1-3 per i grigiorossi e chiusa da una rete dell’ex Ternana

Travolto dai compagni, Mirko Carretta si presenta bagnato fradicio all’intervista con i microfoni di DAZN al termine dei Cittadella-Cremonese, terminata 3-1 per i grigiorossi. «Apprezzano l’uomo» scherza l’attaccante, al primo gol in grigiorosso. «Anche il giocatore, ma prima viene l’uomo. Nel gol ho rivisto l’azione di Palermo quando in una situazione simile ho sbagliato e ho preso la traversa. Per fortuna stavolta ho deciso di superare il portiere per avere la porta libera ed essere sicuro di non sbagliare di nuovo. È un gol importante perché quest’anno non ero mai riuscito a segnare, non vedevo l’ora di riuscire a sbloccarmi. Alla fine è arrivato e sono contento, a fine stagione le partite contano di più, sono contento di essermi sbloccato adesso».

OBIETTIVO PLAYOFF – Dopo la vittoria di Cittadella è normale alzare l’asticella: la classifica finalmente sorride e i playoff non sono poi così distanti. «Da oggi in poi il nostro obiettivo diventano i playoff, ci siamo allontanati dalla zona calda e dovremmo essere solo a tre punti dei playoff, quindi il nostro obiettivo diventa quello. Pensiamo sempre partita dopo partita, adesso c’è il Foggia e pensiamo a quello anche se è normale che l’obiettivo adesso cambi. Quest’anno non abbiamo mai fatto vedere il nostro vero valore, capitano stagioni in cui non mantieni le aspettative ma il nostro valore è quello che stiamo dimostrando adesso, in questo periodo. Sono sei partite che siamo tornati in carreggiata, quelli che avremmo dovuto essere fin dall’inizio. Rimangono quattro partite, dobbiamo far vedere chi è la Cremonese».

DEDICA SPECIALE – Sull’esultanza al termine della partita, in cui molti hanno circondato Arini, Carretta svela che il gruppo non è mai stato così unito: «Siamo un bel gruppo, a me vogliono bene tutti, anche loro non vedevano l’ora che mi sbloccassi perché sapevano quanto ho sofferto, quindi appena ho segnato sono venuti tutti a riempirmi di schiaffi…amichevolmente. Dedico il gol a mia moglie e mia figlia, ai miei genitori e a tutta la mia famiglia che sono i miei primi tifosi».

▶️ Tabellino e cronaca
▶️ Le pagelle

Nicola Guarneri
Nicola Guarneri

Direttore Responsabile

Potrebbe interessarti anche:

Pisa, D’Angelo: «Preparati al loro 3-5-2»

Pisa, D’Angelo: «Preparati al loro 3-5-2»

V. Entella, Boscaglia: «Vinto con merito»

V. Entella, Boscaglia: «Vinto con merito»