Cremo, cinque momenti della stagione 2018-19
Cremo, cinque momenti della stagione 2018-19

2) L’ESONERO INASPETTATO DI MANDORLINI

Mandorlini Cremonese Salernitana

Venerdì 2 novembre 2018: la Cremonese scende in campo nell’anticipo di Serie B a Verona contro l’Hellas. I tifosi di casa, già inalberati con il proprio allenatore Grosso nonostante siano trascorse poche giornate, al contempo inneggiano al loro ex mister Andrea Mandorlini, che con i gialloblù ebbe un rapporto speciale dentro e fuori dal campo ai tempi del ritorno in Serie A degli scaligeri di qualche anno prima. Dopo aver perso in casa contro il Venezia in settimana, tutti pensavano che il tecnico grigiorosso non avrebbe trascorso ore felici in caso di un altro k.o. in Veneto, anche perché la squadra stava allontanandosi dalla zona playoff, obiettivo dichiarato. Ne viene fuori un bel pareggio, 1-1 in rimonta, in cui la Cremonese mostra segnali incoraggianti di ripresa.

LA SORPRESA – Eppure, a distanza di ben 48 ore dalla partita, il comunicato: “La Cremonese comunica di aver sollevato dall’incarico mister Mandorlini e tutto il suo staff, lo ringrazia per il lavoro svolto e gli augura il meglio per le future avventure professionali”. Era domenica sera, nessuno poteva aspettarselo: sono bastate 2 sconfitte in 10 partite per cambiare tecnico, ma verrà fuori che il rapporto con il ds Rinaudo era incrinato da tempo. La mattina seguente era già tempo di presentazione al Centro Arvedi del nuovo allenatore, scelto dal dirigente siciliano: Massimo Rastelli. Prima volta da subentrante, a lui il compito di risollevare la Cremo in classifica. E Mandorlini? “Non commento l’esonero”, ha detto sul proprio profilo Instagram.

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche:

Cremo, il saluto dei giocatori sui social

Cremo, il saluto dei giocatori sui social

Cremo, il ritiro estivo sarà a Molveno

Cremo, il ritiro estivo sarà a Molveno