fbpx
TB – Bonato: «A Empoli con orgoglio. Spese indecenti? Mi pare esagerato…»
TB – Bonato: «A Empoli con orgoglio. Spese indecenti? Mi pare esagerato…»

Il direttore sportivo grigiorosso Bonato a TuttoB.com: «Scelto Baroni perché ci è sembrato il più consono alle nostre esigenze»

Il direttore sportivo della Cremonese Nereo Bonato è intervenuto ai microfoni di TuttoB.com, ecco in sintesi i temi su cui si è focalizzato, al rientro dalla seconda sosta per le nazionali che ha visto il ribaltone in panchina Baroni-Rastelli: «Il cambio di guida tecnica è dovuto alle prestazioni più che alla classifica, perché la squadra ha inanellato prove altalenanti: bene con Crotone e Ascoli, viceversa con Pisa, Trapani e Cittadella, così, non avendo trovato un sistema di gioco in grado di garantirci continuità di rendimento, abbiamo optato per l’esonero dell’allenatore – ha detto l’ex Sassuolo, che poi ha spiegato la scelta di Baroni. Abbiamo effettuato valutazioni ad ampio raggio, sondando vari profili, e Baroni ci è sembrato quello più consono alle nostre esigenze».

SISTEMA E RENDIMENTO – Contro la Pro Vercelli, nell’amichevole che vi abbiamo raccontato live settimana scorsa, il nuovo allenatore ha immediatamente proposto un 4-3-1-2, scostandosi dunque dal 3-5-2 di Rastelli. «Sì, siamo partiti con un 3-5-2 strumentale che potesse evolversi in un 4-3-1-2, ora Baroni sta valutando la rosa e deciderà il sistema di gioco ideale per questa Cremonese». La classifica non sarà tragica, ma sono comunque 4 punti dal secondo posto e 5 dal primo«Con tutta onestà pensavamo di essere più avanti nel processo di diventare squadra, adesso però guardiamo al di là della graduatoria e cerchiamo di capire quale può essere il nostro percorso di crescita. Le prestazioni, ripeto, sono state inferiori alle attese, ma c’è tempo per riprendere in mano la situazione e migliorare». Domenica sera si va ad Empoli, contro una delle più forti della classe: «Sono forti e hanno un grande organico, vorranno riscattarsi dal k.o. di Udine col Pordenone, sarà dura ma con orgoglio ed umiltà si può fare risultato».

ATTACCO SPUNTATO – Investimenti di spessore per attaccanti di spessore, ma la Cremonese resta una delle squadre di B con il peggior rendimento per quanto riguarda il reparto offensivo (il miglior marcatore è Mogos, ancora una volta): «In alcuni casi è mancata probabilmente la forza di creare occasioni – ha continuato Bonato, tentando di giustificare il dato -, altre volte invece abbiamo costruito tanto ma concretizzato poco, vuoi per atteggiamento sbagliato o errori di mira. Mogos è giocatore con buone capacità di finalizzazione e grandi margini di miglioramento, non a caso è rientrato dalla prima esperienza con la Romania». In tanti hanno criticato le spese altisonanti per Ciofani e Ceravolo, entrambi Over 30: «Ognuno può pensarla come vuole, l’acquisto di ceravolo è frutto di una scelta ben ponderata, considerato che avevamo carenze in attacco che ci trascinavamo dalla scorsa stagione. Parlare di “indecenza” mi pare esagerato, anche l’Empoli spese tanto per Caputo, non siamo una mosca bianca. Sono valutazioni opinabili, tutto è vero o tutto è falso a seconda dei punti di vista…».

INFORTUNI A IOSA – Non è stato un inizio di campionato semplice per la Cremonese pure sul fronte infermeria: tanti i problemi fisici occorsi, alcuni addirittura dall’estate e tuttora irrisolti«Purtroppo ci sono 3-4 elementi che ancora non abbiamo potuto schierare (Terranova, Gustafson e Piccolo su tutti, ndr), e trattandosi si giocatori importanti è chiaro che qualcosa inevitabilmente perdiamo, ma la rosa costruita è ampia e i ricambi sono adeguati». A Empoli, infatti sarà una situazione piuttosto complicata, ma quantomeno i grigiorossi potranno contare sui recuperi del portiere Agazzi e del centrocampista Gustafson, che potrebbe quindi essere convocato per la prima volta.

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche: