fbpx
Strizzolo: «Il pubblico è stato fondamentale»
Strizzolo: «Il pubblico è stato fondamentale»

Luca Strizzolo dopo il successo della Cremonese sull’Alessandria: «Bisogna sempre onorare la maglia e farsi trovare pronti»

Un gol decisivo e tanto lavoro sporco per portare la Cremonese alla vittoria: nel 2-1 contro l’Alessandria ci ha messo la firma Luca Strizzolo, che al termine della gara si è presentato nella sala stampa dello Zini: «Il mister chiede sempre quella palla a Baez, il portiere è stato bravo a chiudere ma me la sono ritrovata lì e ho concluso a rete».

IN FORMA – Che sia a centrocampo o in attacco, l’ex Cittadella la sua parte la fa sempre: «Mi sento bene, il mister dall’anno scorso mi ha fatto entrare nell’ottica di giocare da esterno e mi trovo bene. A gara in corso sono tornato centrale e alla fine bisogna saper fare tutto in avanti, il mister me l’ha insegnato e mi trovo bene». Il pubblico dello Zini ha aiutato molto i grigiorossi a non mollare: «È stato fondamentale, ci dava spinta anche quando eravamo in dieci. Ci ha aiutato a tirare fuori tutte le energie».

TESTA E CUORE – Strizzolo è uno dei giocatori che è a Cremona da più tempo e all’ombra del Torrazzo ha vissuto tanti momenti, difficili e positivi: «Bisogna sempre onorare la maglia, è una frase fatta che si dice sempre ma è vero, che si vinca o si perda. Quando eravamo in difficoltà non ci si tirava indietro e si cercava di uscire da un brutto periodo. Stavolta siamo partiti bene e vogliamo finire bene, siamo contenti per ora, ma mancano ancora cinque partite e sono le più importanti della stagione». Anche se non è un titolare fisso, il classe 1992 si fa trovare sempre pronto: «Il mister ci richiede di essere sempre pronti e con la testa giusta, anche se non si gioca per un certo periodo bisogna vivere la partita e i momenti, stando sempre in gruppo. Mentalmente cerco sempre di essere dentro».


Fonte: dai nostri inviati allo Zini Lorenzo Coelli e Andrea Ferrari
Ogni replica, anche se parziale, necessita la corretta fonte CUOREGRIGIOROSSO.COM

Redazione

Potrebbe interessarti anche: