fbpx
Mirko, è ora di trascinare la Carretta
Mirko, è ora di trascinare la Carretta

Dopo un inizio di stagione altalenante la sosta dovrebbe restituire alla Cremonese il miglior Carretta. Il salto di qualità dipende anche da lui

L’avventura grigiorossa di Mirko Carretta era partita in quinta. Com’è solito fare lui, quando sgroppa sulla fascia e grazie alla sua velocità lascia sul posto i suoi marcatori. Un buon precampionato, un super esordio contro il Pescara condito con l’assist per il gol di Castrovilli e l’incredibile cavalcata di Palermo con la traversa del Barbera che forse ancora sta tremando. Poi, però, si è visto troppo poco di quel Carretta…

NON BASTA – È un po’ come se su quella traversa di Palermo la fortuna abbia voltato le spalle al buon Mirko da Gallipoli. La settimana dopo, infatti, arriva l’infortunio al ginocchio che lo tiene fuori contro Spezia e Padova. In casa con il Cosenza gioca titolare ma è evidentemente limitato. E da lì in poi del vero Carretta, quello dei 7 gol e 7 assist nella scorsa stagione con la maglia della Ternana, si sono ammirati solo flebili sprazzi di quel talento che, comunque, tutti gli riconoscono.

PAUSA RIGENERANTE – Carretta ha totalizzato 399 minuti in campo – recuperi compresi – in questo inizio di stagione, suddivise in 8 presenze, 4 da titolare e 4 da subentrante. La pausa delle nazionali potrebbe dunque aver dato una grossa mano ad un giocatore che, ricordiamolo, ha necessariamente bisogno di essere al 100% della propria condizione atletica per permettersi i suoi strappi e le sue sgasate sulla fascia.

LA SUA PUGLIA PER RIPARTIRE – Per Rastelli recuperare la versione migliore dell’ex Ternana è fondamentale, specialmente se saranno recuperati in fretta anche il suo “gemello” Montalto e Paulinho. Nel nuovo scacchiere tattico grigiorosso Carretta è infatti un giocatore unico, poiché è il solo capace di attaccare con efficacia la profondità sulle spizzate della prima punta, per poi convertire in gol e assist i palloni che gli arrivano. Lo Zini intanto lo aspetta. Il primo in gol in grigiorosso deve ancora arrivare e tutti sperano che Carretta possa trascinarci verso le zone nobili della classifica, a partire da domenica che si gioca nella “sua” tanto amata Puglia. Sono infatti poco più di 30 i chilometri che in linea d’aria separano Gallipoli da Lecce, dove si svolgerà la partita contro i giallorossi domenica sera. In più, compiendo gli anni venerdì 23, vorrà farsi un bel regalo di compleanno.


di Alessandro Ginelli

Alessandro Ginelli
Alessandro Ginelli

Collaboratore

Potrebbe interessarti anche:

Cremo, cinque gare di fila con gol subiti

Cremo, cinque gare di fila con gol subiti