fbpx
Livorno, Breda: «Bene il punto, buona prestazione»
Livorno, Breda: «Bene il punto, buona prestazione»

Le parole del tecnico degli amaranto Breda dopo il pari di Cremona: «Sarebbe stato un gran peccato perdere, non abbiamo rischiato mai»

Prestazione positiva da parte del Livorno in quel di Cremona, dove è arrivato uno 0-0 che, per quanto si è visto in campo, si può ritenere giusto. Così gli amaranto tornano a muovere la classifica e mister Roberto Breda, dunque, non può che ritenersi soddisfatto: «Sempre abbiamo fatto bene, raccogliendo però molto poco, e pure stasera senza quel miracolo di Plizzari poteva finire male – ha detto il tecnico in conferenza stampa -. Sarebbe stato un gran peccato perdere, non dico assurdo perché nel calcio di assurdo non c’è nulla. E un minuto prima avevamo noi avuto l’occasione per siglare il vantaggio. Sono contento per la prestazione dei ragazzi, hanno disputato un bel match, con personalità, su un campo difficile. Tolta l’occasione finale, non abbiamo rischiato nulla».

TATTICA – Rocca sembrava praticamente posizionato da seconda punta in quel 4-2-3-1 che sembrava quasi un 4-2-4: «Rispetto al solito abbiamo utilizzato un centrocampista in più e un attaccante in meno: volevamo riequilibrare il centrocampista, avanzando un tre contro tre, e questa cosa la Cremonese l’ha sofferta, tanto che ha dovuto cambiare sistema di gioco – ha continuato mister Breda –. Rocca ha disputato una gran partita, ha le caratteristiche di buona corsa e ripartenza: su queste, non lui in particolare ma un po’ tutti, potevamo essere un po’ più precisi. A campo aperto, abbiamo avuto occasioni interessanti. Dovevamo interrompere l’emorragia: fare risultato e in più senza subire gol, seconda volta in stagione che capita, è sicuramente importante».

RITIRO – Ai nostri microfoni, Breda si focalizza sulla settimana di lavoro atipica, con il ritiro a Coccaglio, in provincia di Brescia, fin dal mercoledì (e per volontà dei giocatori): «Il ritiro nasce anche per una questione logistica, a Livorno da oltre venti giorni piove copiosamente, non era facile trovare un campo agibile. Spesso ci siamo allenati sul sintetico, volevamo fortemente tornare a lavorare sull’erba. A Coccaglio ci siamo trovati benissimo, abbiamo fatto un bel lavoro». Lavoro che ha portato a questo buon pari in trasferta: «Ho visto una squadra matura e responsabile».

FILIPPINI E SVOLTA – Mister Breda è stato ad un passo dall’esonero, ma il presidente Spinelli, dopo alcune ore di riflessione, ha deciso di affiancargli Antonio Filippini, ex centrocampista, che conosce bene l’ambiente di Livorno: «Antonio è stato quattro anni calciatore di questa squadra, conosce molto bene tutti i meccanismi dell’ambiente. Ci sta dando una mano, ben venga tutto ciò che può far bene a questa squadra, si lavora bene insieme». Il punto può fungere un po’ da svolta per i toscani? «Il punto in se stesso vale poco, ma quanto fatto per ottenerlo ci fa guardare in modo positivo al futuro. Oggi c’è stata una parte di gioco e un’altra di sofferenza, questa è la chiave di lettura per me di questa trasferta: capire le due fasi porta ad avere le armi giuste da usare nei vari momenti della gara. Ci tenevamo molto a guadagnare un punto».


Fonte: dai nostri inviati allo Stadio Zini Andrea Ferrari e Lorenzo Coelli
Ogni replica, anche se parziale, necessita della corretta fonte CUOREGRIGIOROSSO.COM

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche: