fbpx
Empoli umiliato a Frosinone: Corsi si dice preoccupato
Empoli umiliato a Frosinone: Corsi si dice preoccupato

La Coppa Italia forse arriva nel momento peggiore sia per Cremonese che per l’Empoli, alle prese con crisi nere in campionato

Martedì pomeriggio, alle ore 15, scenderanno in campo Cremonese ed Empoli, due squadre partite col favore del pronostico per vincere la Serie B e che ora si trovano in situazioni nerissime, chi per un motivo e chi per l’altro. Tante le cose in comune: oltre agli obiettivi di promozione, l’aver cambiato allenatore dall’inizio del campionato a oggi, e curiosamente sono pure le uniche due società del campionato cadetto ad aver provveduto a tale ribaltone in panchina (Baroni per Rastelli per i grigiorossi, Muzzi per Bucchi per i toscani). In classifica gli azzurri sono davanti di un punto solo, entrambe hanno vinto solamente 4 volte su 14 gare disputate fin qui di B.

CRISI NERA – Il presidente Corsi, in seguito al k.o. interno col Pescara, ha scelto coraggiosamente di affidare la panchina a un esordiente totale, Roberto Muzzi. Dopo il pari interno col Venezia, arrivato per un gol del lagunare Aramu nei minuti finali, oggi la squadra è totalmente crollata 4-0 a Frosinone (con i tifosi usciti prima del fischio finale dal Settore Ospiti dello Stirpe). I media vicini all’Empoli parlano di prestazione indecente, oltre che del momento peggiore del club dal 2012 ad oggi (la squadra si salvò ai playout in B). L’Empoli, dopo un avvio da 14 punti in 6 turni, non è più riuscito a vincere, inanellando 4 pareggi e 4 sconfitte nelle successive 8 giornate.

CORSI PREOCCUPATO – Al termine di Frosinone-Empoli 4-0, il presidente Fabrizio Corsi è intervenuto in mix zone allo Stadio Stirpe, definendosi preoccupato per la situazione«Mi prendo le responsabilità, dinnanzi a tifosi e città, per quanto stia accadendo: sono molto dispiaciuto e preoccupato, ma al contempo non posso sottrarmi dal dire che da domattina già lavoreremo per tirare su la baracca. Prestazioni e risultati sono deludenti, in 28 anni di presidenza è già capitato, ma non posso dire che mi fossi abituato. Bocciare i ragazzi o la squadra sarebbe controproducente, crediamo nelle loro qualità, è importante che non si scansino nelle situazioni difficili. Tanti giocatori sono in difficoltà soprattutto a livello mentale, di certo i fischi e gli insulti al minimo errore non aiutano. Cos’è successo dopo il 3-0 col Perugia? Temevo accadesse qualcosa, sappiamo fra noi che da alcuni ci aspettiamo cose diverse…».

La Coppa Italia, forse, arriva nel momento peggiore sia per i toscani che per la Cremo, che vorrebbero probabilmente avere una settimana intera di lavoro per migliorare la propria posizione di classifica in campionato.

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche:

Cremonese-Perugia, la designazione arbitrale

Cremonese-Perugia, la designazione arbitrale