fbpx
Le pagelle – Difesa super. Ravaglia salva il risultato
Le pagelle – Difesa super. Ravaglia salva il risultato

Le pagelle di Cremonese-Spezia, terminata 0-0: i grigiorossi soffrono a lungo ma portano a casa un punto importante in ottica salvezza

RAVAGLIA, voto 7
Quando blocca il rasoterra di Mora forse non pensa che sarà una serata impegnativa. Bravo nel primo tempo su Acampora, nella ripresa salva il risultato: sul tiro a giro di Di Gaudio l’intervento più difficile. Ben fatto Nick.

BIANCHETTI, voto 6.5
Ancora una volta Bianco è una certezza. Tiene nell’uno contro uno, quando Gyasi si accentra fa sempre la scelta giusta, seguendo il pallone e non l’uomo. Nella ripresa gli tocca Di Gaudio, un vero peperino: lo soffre solo in un paio di circostanze.

RAVANELLI, voto 6.5
Le cose più belle del primo tempo grigiorosso sono le sue chiusure, quella su Gyasi è provvidenziale. Rispetto ad altre partite gli riescono anche un paio di aperture di qualità, anche se si becca il rimprovero di Bisoli per un passaggio in verticale che manda in difficoltà Zortea nella trequarti grigiorossa.

TERRANOVA, voto 7
Altra partita in trincea per il nuovo capitano grigiorosso. Svetta di testa e comanda il pacchetto arretrato con il consueto carisma. Nel secondo tempo si sdoppia e chiude ogni buco, rimandando al mittente tutti i palloni che arrivano in area. Spende bene il cartellino per fermare Gyasi lanciato verso l’area, sarà squalificato contro la Juve Stabia.

CRESCENZI, voto 6.5
Partita tutta nervi sulla sinistra: Ragusa è rapido e sgusciante, così come Ferrer che cerca spesso la sovrapposizione. Lui non si fa mai saltare, con la Cremo in difficoltà cerca pure di alleggerire la pressione alzandosi quando possibile.

ZORTEA, voto 6
È la vera sorpresa della serata: Bisoli lo schiera da mezzala per sfruttare la sua capacità palla al piede di ribaltare l’azione. Esperimento riuscito a metà: confusionario dal punto di vista tattico, porta comunque un buon dinamismo a un centrocampo troppo statico e che paga l’assenza di Valzania.

CASTAGNETTI, voto 6
Parte male, sorpreso dall’aggressività dello Spezia. Poi si riprende e piano piano diventa l’uomo di riferimento nel centrocampo grigiorosso. Abbandona per infortunio a fine primo tempo e la Cremo accusa il colpo, i grigiorossi non riescono più a ripartire con qualità.

GUSTAFSON, voto 5.5
Viene frullato dal ritmo frenetico dei centrocampisti dello Spezia. Gioca più che altro di posizione ma fatica anche a rompere le linee di passaggio. Con l’uscita di Castagnetti dovrebbe diventare lui il leader tecnico del centrocampo, invece non riesce a dare qualità alla manovra.

MOGOS, voto 5.5
Che non sia un esterno che va negli spazi non lo si scopre certo oggi. Cura principalmente la fase difensiva, probabilmente dietro precisi ordini tattici. Poco sfruttato dalla squadra nel gioco aereo, non riesce a sfruttare il fisico come dovrebbe.

CIOFANI, voto 6
Le conclusioni verso lo specchio latitano, ma i palloni giocabili sono pari a zero. Si sacrifica in copertura, quando esce Castagnetti fa anche da regista offensivo: con un’apertura alla Paulinho manda Celar alla conclusione più pericolosa per la Cremo.

CELAR, voto 5.5
Alla fine l’occasione più pericolosa la costruisce lui, con un bel movimento ad accentrarsi e un rasoterra che sibila vicino al palo. Nel primo tempo però dovrebbe combinare qualcosa in più per alleggerire la pressione, invece finisce troppo spesso in fuorigioco.


Sono entrati:

ARINI, voto 6
Entra per l’infortunato Castagnetti e si piazza davanti alla difesa. Come da spartito tattico si alza spesso per prendere alto il play avversario, prima Acampora e poi Ricci, poi scappa indietro a difendere i centrali. La sua energia aiuta la Cremo in una partita molto fisica.

PARIGINI, voto 6
A volte vuole strafare e cerca un dribbling di troppo, finendo per perdere il pallone. Però la sua qualità è evidente e quando riparte diventa pericoloso. Da una discesa palla al piede nasce l’occasione di Ciofani, fermata per fuorigioco.

GAETANO, voto 6
Si presenta con una serpentina e un mancino che fanno presagire un buon impatto sul match. Con il passare dei minuti però si intristisce e le esigenze di risultato ne frenano la voglia di attaccare gli spazi.

PALOMBI, sv.


L’allenatore:

BISOLI, voto 6
Questa Cremo non sembra la sua: i grigiorossi vengono sottomessi dallo Spezia sia sul piano del gioco sia su quello del ritmo e della grinta. Forse la causa sono le assenze, forse è colpa di quello che trasmette ai giocatori schierando una squadra molto difensiva. Alla fine però conta il risultato e la Cremo porta a casa un pareggio fondamentale in ottica salvezza: ora sono tre i punti di vantaggio sulla zona playout, a due sole giornate dal termine.

Nicola Guarneri
Nicola Guarneri

Direttore Responsabile

Potrebbe interessarti anche:

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole