Gazzetta- Mandorlini: «Pagata l’inesperienza di Rinaudo»
Gazzetta- Mandorlini: «Pagata l’inesperienza di Rinaudo»

Andrea Mandorlini ha parlato alla rosea in vista della sfida di stasera tra le sue ex, Cremonese e Hellas. Proprio questa sfida fu fatale per il suo esonero all’andata. «Potevamo raggiungere i play-off, ci vuole più pazienza»

«A Cremona c’era tutto per fare bene, ma c’è stata troppa smania di cambiare». Ha esordito così Andrea Mandorlini, ex mister grigiorosso, intervistato dalla Gazzetta dello Sport. In occasione della sfida in programma stasera tra Cremonese e Hellas Verona, il doppio ex ha parlato alla rosea non solo delle cause che hanno portato al suo esonero nel novembre scorso, ma anche di che partita si aspetta.

INESPERIENZA LAMPANTE – Le parole di Mandorlini nei confronti di Rinaudo sono tutt’altro che al miele: «La sua inesperienza e poca conoscenza sono state lampanti».  Questo non fa altro che confermare il rapporto complicato tra i due, che nel corso della stagione hanno subito lo stesso destino: l’esonero.  «Avevo tante aspettative, c’era la possibilità di fare bene e raggiungere i playoff – prosegue il tecnico ravennate – Volevo programmare “un’altra Verona”. In B ho fatto circa l’80% di risultati positivi e con diversi capocannonieri, i numeri sono dalla mia parte». Mandorlini è stato uno dei 10 allenatori su 19 che le squadre di B hanno cambiato in questa stagione: «Forse c’è incompetenza, ma io guardo al mio caso. Credo che serva più pazienza e una maggiore idea di calcio, non si giudica un allenatore in pochi mesi».

DA VERONA A VERONA – Al termine della partita di staserà sarà passato esattamente un girone dall’esonero dell’ex Inter. Esonero che arrivò all’undicesima giornata, quando la Cremonese, che aveva collezionato 2 vittorie, 6 pareggi e 2 sconfitte in 10 partite (scontando anche il turno di riposo), aveva strappato un 1-1 al Bentegodi. «Nessuno se l’aspettava, ero stato accolto bene e avevo ringraziato i miei giocatori per la grande partita». Adesso però alla guida dei grigiorossi c’è Rastelli, e secondo Mandorlini sarà dura fare punti per l’Hellas: «Hanno molta qualità e due grandi attaccanti come Pazzini e Di Carmine, ma fare punti allo Zini, soprattutto adesso che i punti pesano, è molto difficile». La palla passa ora al campo: se la Cremo avrà lo stesso entusiamo dei suoi tifosi, allora siamo sicuri che sarà una grande partita. Seguite la diretta con noi a partire dalle ore 21, con la cronaca minuto per minuto sul nostro sito Cuoregrigiorosso.com.

 

 

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Collaboratore

Potrebbe interessarti anche: