fbpx
Cremonese-Fiorentina, dov’eravamo rimasti?
Cremonese-Fiorentina, dov’eravamo rimasti?

All’andata, a Cremona, la Fiorentina vinse 2-0 mettendo la qualificazione per la finale di Coppa Italia in tasca: segnarono Cabral e Nico Gonzalez

Archiviata la semifinale d’andata, la Cremonese tenterà l’impresa a Firenze nel match di ritorno contro la Fiorentina: i grigiorossi partono con due reti di svantaggio, ma il calcio insegna che nulla è deciso fino alla fine.

PER LA STORIA – Dopo anni di Serie C, sconfitte scottanti e difficoltà varie, la Cremonese è ritornata nel calcio che merita per palcoscenico e tradizione. La semifinale di Coppa Italia è un traguardo importante e meritato, che nella storia grigiorossa è stato raggiunto una sola volta nel 1986-1987. Rappresenta, quella di quest’anno, un’occasione davvero importante per il club. Nella sua storia, la società di Via Postumia non è mai riuscita a raggiungere la finale, un traguardo che avrebbe dell’incredibile per la città e per l’economia del club. Le finaliste di Coppa Italia, inoltre, voleranno in Arabia Saudita il prossimo inverno per giocarsi la Supercoppa Italiana grazie al nuovo format.

NEL PRIMO ATTO – La Fiorentina a Cremona ha proposto in campo un buon calcio, basato su attesa e proposizione del suo lungo giro palla, per mettere nelle condizioni migliori i suoi attaccanti di colpire. Il primo gol segnato dai viola ha rappresentato il gioco di Italiano ed evidenziato le difficoltà degli uomini di Ballardini sui cross; gli esterni diventano protagonisti dell’azione e con una palla in mezzo, cercano le loro torri, in quel caso Cabral. L’azione che ha portato al rigore i viola è una fotocopia della rete del vantaggio: cross di Dodò in mezzo, girata di Cabral di testa, risposta di Sarr e un fallo di mano di Aiwu sul tiro successivo alla parata. Il difensore è stato espulso e per la Fiorentina – dopo il rigore trasformato da Nico Gonzalez, è stata solo questione di attendere il fischio finale. Peccato per l’occasione clamorosa sprecata da Buonaiuto su assist di Dessers ancora sullo 0-1.

Redazione

Potrebbe interessarti anche: