fbpx
Colombo: «Cremona la piazza giusta». Coccolo: «Grande società»
Colombo: «Cremona la piazza giusta». Coccolo: «Grande società»

I due colpi più recenti della Cremonese si presentano in conferenza. Colombo: «Spero di iniziare subito bene». Coccolo: «Lavorerò duramente»

Giornata di presentazioni in casa Cremonese. A pochi giorni dalla trasferta di Cittadella che darà il via al girone di ritorno di Serie B, questa mattina sono stati presentati al Centro Arvedi i due colpi di mercato più recenti dei grigiorossi: Lorenzo Colombo e Luca Coccolo. I ragazzi sono stati introdotti, come di consueto, dal dg Ariedo Braida«Vi presento due ragazzi con tanto entusiasmo vogliono portare freschezza. Colombo arriva in prestito dal Milan e Coccolo dalla Juve, hanno voglia di affermarsi e sono venuti qui per quello. Mi auguro che la tradizione dei giovani di successo alla Cremonese continui perché sono arrivati con grandissimo entusiasmo, è la prima cosa che gli ho chiesto. In Colombo abbiamo grandissima fiducia, così come in Coccolo. Il nostro mister lo conosce ancora meglio di me e ne parla in maniera entusiastica. Vogliamo migliorare e cercare di risalire la classifica»

coccolo maglia_giornali

COCCOLO -Il classe 1998 di proprietà della Juve si presenta«Mi avvicino a questa esperienza con grande entusiasmo, per me misurarmi con una categoria più alta è una grande opportunità. So come lavora il mister e lui sa che tipo di giocatore sono, ma a prescindere da quello la Cremonese è una grande società ed è la cosa più importante. Dopo un anno passato insieme spero che questo mi permetta di entrare subito nelle dinamiche della squadra». A Torino ci sono due vecchie conoscenze della Cremo, Zauli e Brighenti«Zauli mi ha detto che è venuto qui a fine carriera parlandomene molto bene, sia a livello di ambiente che di città. Anche Andrea me ne ha parlato molto bene». Riguardo al tipo di giocatore che crede di essere, Coccolo spiega: «Sono principalmente un difensore centrale, prediligo giocare in mezzo e sono sempre stato abituato a giocare la palla da dietro. Cercherò di guadagnarmi il posto in allenamento, poi vedremo cosa succederà. Il messaggio di Totti? Mi fa molto piacere».

colombo maglia_giornali

COLOMBO – Ecco quindi il turno di Colombo, che al Centro Arvedi è venuto spesso: «Sono stato qui parecchie volte con le giovanili». Cosa lo ha convinto della Cremonese? «Sicuramente mi hanno voluto più di tutti» spiega il classe 2002, poi interrotto da Braida«È un ragazzo che può avere un grande futuro, la convinzione da parte mia è stata quella di cercarlo e di volerlo. Ho visto in lui delle qualità potenziali da Milan, l’ho voluto, insieme all’allenatore perché penso sia il primo passo perché possa sviluppare le sue qualità e mostrare a tutti di cosa è capace. La Cremonese è una realtà dove lui si può esprimere al meglio. Ho cercato Maldini, il suo agente, quando sono arrivato Maldini me l’ha promesso e ha mantenuto la parola». Colombo ha poi concluso: «Sentivo la necessità di dover crescere e trovare più minutaggio possibile e penso che questa sia la piazza giusta».

MENTALITÀ – Il giovane di proprietà del Milan si definisce così: «Mi piace sia attaccare la profondità che venire incontro per la manovra, posso adattarmi a qualsiasi tipo di gioco, volendo anche sull’esterno». Gli anni passati in rossonero Colombo gli hanno insegnato: «Nella quotidianità si possono imparare tante cose, a partire da quelle più piccole e gli atteggiamenti da avere in ogni situazione». La Cremonese punterà molto su di lui, anche considerate le sue potenzialità: «Spero di iniziare bene qui, sicuramente è questione di continuare a lavorare duramente, poi i risultati arriveranno. Il mister mi ha semplicemente detto che tutto va guadagnato sul campo, quindi sarà quello a parlare». Sia lui che Coccolo non potranno godere del tifo grigiorosso alo Zini: «Non ho ancora provato ad avere il tifo a Milano (è la sua prima stagione da pro, ndr), in ogni caso un giocatore deve esternare queste situazioni per concentrarsi esclusivamente sul campo».


FONTE: dal nostro inviato al Centro Arvedi Lorenzo Coelli
Ogni replica, anche parziale, necessita della corretta fonte CuoreGrigiorosso.com

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche: