fbpx
Castrovilli: «Se non fossi esploso a Firenze sarei tornato a Cremona»
Castrovilli: «Se non fossi esploso a Firenze sarei tornato a Cremona»

Gaetano Castrovilli, ex grigiorosso che sta richiamando l’attenzione di tutti con la maglia della Fiorentina, ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport, ricordando anche la Cremo

In molti, qui a Cremona, sentono la mancanza di Gaetano Castrovilli. Dopo due anni passati all’ombra del Torrazzo, il talentino barese ha fatto ritorno a casa madre, quella Fiorentina che in questa stagione gli ha regalato non solo la Serie A, ma anche la convocazione (e l’esordio) in Nazionale maggiore. In occasione della sfida tra i viola e l’Inter, il classe ’97 ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport, in cui ha avuto occasione di parlare, anche se solo per una domanda, di Cremonese. Se la sua stagione può definirsi una favola (14 gare, 2 gol e 3 assist il suo bottino fin qui), il merito è di Vincenzo Montella, che sin dal primo giorno di ritiro ha deciso di puntare su di lui, vietando assolutamente la sua cessione. Ma cosa sarebbe successo se Castro avesse dovuto lasciare la Fiorentina? Questa la sua risposta: «Forse sarei tornato a Cremona, lì sono stato bene». Alla fine le strade di Gae e della Cremonese si sono separate, ma la speranza è che in futuro ci sia qualche altro talento pronto a sbocciare nella città di Stradivari.

 

 

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche:

Auguri a Simone Pesce, il grande guerriero

Auguri a Simone Pesce, il grande guerriero

Gianluca Vialli, dalla Cremonese al mondo

Gianluca Vialli, dalla Cremonese al mondo