fbpx
Bisoli, il tempo stringe
Bisoli, il tempo stringe

La mano di Pierpaolo Bisoli si è vista solo a tratti. La squadra è chiamata a reagire già sabato contro il Vicenza per scongiurare il peggio

Perdere a Frosinone, intendiamoci, ci sta. Quello che non ci può stare è non vincere neanche una partita su 5. A maggior ragione se tra queste vi sono compagini come Cittadella, Pisa e Venezia che, per quanto siano ostiche, non possono “rubarti” 7 punti su 9. Pierpaolo Bisoli aveva parlato di una squadra che dal mese di novembre sarebbe stata una schiacciasassi, ma se le premesse sono quelle viste in ciociaria, ci viene da dire che o le tempistiche sono destinate a essere ben più dilatate o il problema non risiede nella condizione fisica.

I NUMERI – Due sconfitte e tre pareggi non sono numeri di una squadra che punta a stare in alto. All’appello manca la partita contro il Brescia, ma dato lo stato di forma dei grigiorossi viene quasi da pensare che sia stata una fortuna poiché un altro insuccesso (che non per forza è sinonimo di sconfitta) avrebbe potuto rendere il bilancio più impietoso. Oltre a questo, non possiamo non notare come i grigiorossi abbiano preso gol in tutte le partite (a parte contro il Venezia), e abbiano segnato soltanto in due occasioni, con 3 gol di cui due da punizione diretta di Buonaiuto e Gaetano, mentre l’altro di Valzania. Neanche uno, dunque, da parte di uno dei quattro attaccanti. Segno che forse lo scorso anno qualcosa doveva averci insegnato, anziché far pensare a una semplice annata nefasta.

AGGRAVANTI – Già perché nonostante una salvezza ottenuta per il rotto della cuffia, la società ha deciso di proseguire sulla linea della continuità, mantenendo quasi inalterato l’organico. Forse sperava che un anno di condivisione dello spogliatoio avesse cementificato il gruppo al punto da rendere più fluidi anche certi meccanismi dentro al campo. Senza dimenticare, inoltre, che Bisoli ha sempre avuto quasi tutta la rosa a disposizione, cosa non scontata soprattutto in questo periodo di pandemia (e di questo va dato merito alla società e allo staff). Pertanto non c’è stata neanche l’attenuante delle assenze pesanti.

FIDUCIA A TEMPO – Per quanto il tecnico bolognese goda di ottime referenze in Via Postumia dopo il finale della scorsa stagione, è chiaro che dovrà iniziare a portare qualcosa in più di semplici punticini. A partire dalla prossima in casa contro il neopromosso Vicenza, anch’esso penultimo con 3 punti. Altrimenti la società potrebbe già pensare a prendere provvedimenti prima che la nave inizi a imbarcare acqua.

Nicolò Casali
Nicolò Casali

Potrebbe interessarti anche:

Cremo, a Parma brilla la stella Fagioli

Cremo, a Parma brilla la stella Fagioli

Cremo, contro il Perugia torna Baez

Cremo, contro il Perugia torna Baez

Cremo, che vittoria: Parma sbancata dopo 34 anni

Cremo, che vittoria: Parma sbancata dopo 34 anni