Auguri a Giagnoni, colui che vinse con una grande rimonta
Auguri a Giagnoni, colui che vinse con una grande rimonta

Avrebbe compiuto oggi 87 anni Gustavo Giagnoni, allenatore della Cremonese per una stagione e mezzo, promosso in A nel 1991 dopo una rimonta incredibile

Lode ad un altro allenatore che ora non c’è più. Due settimane fa avrebbe compiuto gli anni Mondonico, uno dei migliori di sempre, oggi invece sarebbe stato il turno di Gustavo Giagnoni. Due grandi della storia della Cremonese, due allenatori vincenti che il destino ha voluto portar via nello stesso anno, a qualche mese di distanza.

L’INIZIO – Il 4 novembre è il giorno della vittoria italiana nella Prima Guerra Mondiale e la data in cui la Cremonese ritornò a vincere nella stagione 1990-91. C’era qualcosa di diverso però: in panchina non c’era più Burgnich bensì un nuovo allenatore, Gustavo Giagnoni. Ex bandiera del Mantova e successivamente tecnico di Milan, Torino e Roma tra le altre, iniziò con la vittoria contro l’Ascoli (gol di Dezotti) una rimonta che avrà dell’incredibile.

PROMOZIONE – Una stagione da record. Grazie al tecnico col colbacco la Cremonese inanellò una striscia di risultati utili decisivi per la promozione. Alla fine fu terzo posto, con 28 gol segnati (11 di Dezotti, secondo peggior attacco del girone) ma sole 21 reti subite, miglior difesa della B anche grazie ad un super Rampulla. Il mix tra bandiere e giovani in rampa di lancia fu fondamentale così la Cremo tornò dopo un anno di purgatorio in A.

ATTO SECONDO – Come già accaduto in passato, il percorso in massima serie fu di breve durata. Nonostante il solito Dezotti la squadra retrocesse, in quello che fu il capolinea per delle bandiere come Piccioni, Chiorri e Garzilli. Furono solo 20 i punti totalizzati con vittorie importanti con Lazio e Genoa senza dimenticare quella a San Siro contro l’Inter ma anche cadute pesanti. Questo fu il canto del cigno di Giagnoni a Cremona, un’annata difficile ma che non cancella quanto fatto in precedenza.

Giagnoni tornerà poi a Mantova, ultimo atto della sua lunga carriera, ottenendo l’ennesima promozione. Nel 2018 è venuto a mancare, altro personaggio che ha fatto la storia del calcio italiano che ora non c’è più. Onore al grande Gustavo Giagnoni.

Paolo Castelli
Paolo Castelli

Collaboratore

Potrebbe interessarti anche: