fbpx
Valzania: «Pensiamo alla salvezza. Sul mio ruolo…»
Valzania: «Pensiamo alla salvezza. Sul mio ruolo…»

Il centrocampista grigiorosso Luca Valzania in conferenza: «La Cremo è una società da Serie A. Il virus? C’è apprensione per le nostre famiglie»

A Cremona da un anno e mezzo, con il passare del tempo Luca Valzania è diventato un punto di riferimento per la Cremonese. Alla vigilia di una settimana intensa e fondamentale dal punto di vista della classifica, il centrocampista grigiorosso ha risposto alle domande dei giornalisti. «Io come riferimento nello spogliatoio? Mi sentivo già tale lo scorso anno, magari caratterialmente cerco sempre di spronare i miei compagni dando consigli. Quest’anno forse si è notato di più grazie al mio lavoro sul campo»

ASSENTE – Ieri è stata annunciata la positività di un membro del gruppo squadra per la prima volta dallo scoppio della pandemia. Come ha reagito lo spogliatoio? «Fino ad ora siamo stati molto bravi, non era mai capitato nulla a nessuno. C’è un po’ di apprensione anche per le nostre famiglie, è una situazione particolare. Adesso non ci ha mai toccato personalmente, mentre adesso ci stiamo cautelando molto cercando di prendere ancora più accortezze». Sabato contro il Frosinone il classe 1996 non potrà scendere in campo a causa di una squalifica, e sarà la prima assenza da inizio stagione: «Trovando più continuità rispetto allo scorso anno sono cresciute anche le mie prestazioni, le avrei volute fare tutte dall’inizio ma per una squalifica sabato non ci sarò. Mi dispiace perché, essendo un ex, volevo esserci e in questo momento della stagione è sempre bello scendere in campo per dare una mano. Ci stiamo togliendo piccole soddisfazioni come l’ultimo derby». 

POSIZIONE – Dall’arrivo di mister Pecchia, Valzania si è riscoperto esterno di centrocampo (fornendo ottime prestazioni) e trequartista all’occorrenza: «Non mi aspettavo che il mister mi provasse in questi nuovi ruoli. So che posso farli e in queste prime partite l’ho dimostrato, ma onestamente pensavo che avrei giocato nei due di centrocampo. Invece sono contento perché posso esprimermi in maniera diversa a livello offensivo sfruttando meglio alcune mie caratteristiche». Il 25enne romagnolo ha sempre avuto un rapporto speciale con mister Bisoli, ma quest’anno le cose non sono andate nel verso giusto: «A lui devo tanto per quello che ha fatto sia quando ero a Cesena che l’anno scorso, ha cambiato molto sia me che la squadra. Difficile dire cosa poteva andare meglio, ci sono state dinamiche che potevano essere gestite meglio da parte di tutti, anche da chi scendeva in campo. Abbiamo avuto sfortuna e molte defezioni, analizzando non è mai facile riprendere il cammino che si voleva impostare all’inizio»

SERIE A – Il classe ’96 introduce il Frosinone: «Sono la classica squadra di Serie B. Dovremo essere bravi a sfruttare ogni minimo passo falso, sono partite difficili quelle contro di loro perché non ti fanno giocare bene. Servirà restare calmi giocando dal 1′ al 90′, come abbiamo sempre fatto ultimamente. Se giochiamo come sappiamo creeremo molte occasioni da gol». Valzania non ha mai nascosto di puntare alla Serie A. Perché non farlo con la Cremo? «Pensavo di restarci quando ci sono andato nel 2019, ma poi ho deciso di rimanere un altro anno a Cremona perché qui c’è la possibilità di andare in A per restarci da protagonista. Se si pensa a tutto quello che c’è in questa società la sua categoria è la Serie A. Ovviamente ora bisogna pensare alla salvezza, se poi ci sarà la possibilità di andare in A con la Cremo sarei felicissimo»

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche:

Monza, Brocchi: «Ci serve la vittoria»

Monza, Brocchi: «Ci serve la vittoria»

Cremo, Colombo rientrato in gruppo

Cremo, Colombo rientrato in gruppo