fbpx
Soddimo: «Col Frosinone gara speciale. Giocare in attacco mi piace»
Soddimo: «Col Frosinone gara speciale. Giocare in attacco mi piace»

Le parole di Soddimo in conferenza stampa: «Il mio addio a Frosinone non è dipeso da Baroni, ero già sul piede d’addio dall’estate precedente»

Reduce dal secondo gol in campionato, il centrocampista offensivo Danilo Soddimo ha parlato in conferenza stampa al Centro Arvedi in vista del match che la Cremonese giocherà domenica sera col Frosinone, di certo non come tutti gli altri per il classe ’87 romano: «Frosinone è la mia seconda casa, lì ho trascorsi gli anni migliori della mia carriera, alcuni belli ed altri bui, come quando siamo retrocessi dalla A – ha detto l’ex di turno, che rivela –. Ho vinto tre campionati con quella maglia, il momento migliore è quando abbiamo vinto il campionato di C contro il Lecce. Credevo di proseguire la mia esperienza in giallazzurro, poi però per motivi societari ed altro sono andato via. Di certo domenica per me sarà emozionante, sento molto questa sfida».

STATO DI FORMA – Un inizio positivo di campionato per Soddimo, che fra Coppa Italia e Serie B ha giocato sempre, eccezion fatta per Trapani. Nelle ultime tre è stato anche titolare e ha segnato due bellissimi gol: «Ho cercato di ritagliarmi il mio spazio, in una stagione ci sono i momenti in cui si gioca di più e altri in cui si scende in campo di meno, è importante che chi gioca meno sfrutti le occasioni e traini allo stesso modo la squadra, così com’è capitato a me». Da seconda punta è più facile trovare la via della rete: «Per fortuna il gol di Empoli è valso un altro punto in classifica, sono contento che sto giocando in questo ruolo, almeno ho più forza e condizione fisica negli ultimi trenta metri – ha proseguito il tuttofare grigiorosso, che infatti specifica -. Ho fatto molti ruoli in carriera, questo mi era capitato solo qualche volta con Di Francesco a Pescara e devo dire che è quello che mi piace più di tutti, ma sono duttile e posso stare praticamente ovunque».

CREMO DI BARONI – Troppe prestazioni altalenanti, la Cremonese ha scelto un nuovo mister da un paio di settimane. «Il cambio di allenatore è una sconfitta per tutti, come avevo già detto – ha continuato Soddimo in conferenza stampa –. Anche noi naturalmente siamo colpevoli, perché Rastelli ha scelto i giocatori con cui cominciare il nuovo campionato e se le cose vanno male è anche per via del nostro rendimento. Poi, si sa, il primo a rimetterci è l’allenatore e una società opta per il cambio anche per dare nuovi stimoli». Cos’è cambiato con Baroni? Qualcosa di positivo già si è visto: «È arrivato con umiltà ed entusiasmo, la Cremo combatterà e non mollerà fino all’ultimo istante».

SUL MISTER E CIOFANI – Si vociferava, al recente cambio di guida tecnica, che la scelta di Soddimo di lasciare Frosinone fosse dovuta ad un rapporto non positivo con colui che oggi guida i grigiorossi, proprio dopo la parentesi nel Lazio: «Ero già sul piede d’addio già nell’estate precedente, da ben prima che arrivasse Baroni. Ecco perché non c’entra nulla con la mia cessione alla Cremo di gennaio». Qualche parola anche sul compagno di mille avventure Daniel Ciofani, ancora a secco in questo inizio di campionato: «Non gli manca nulla per incidere se non un po’ di condizione fisica, lui è un bomber e deve star tranquillo che, per come lo conosco io, appena arriverà il primo gol sono certo che segnerà a raffica. Lo spero per lui come lo auguro per noi».

NEXT MATCH – Come più volte ribadito, la Cremonese ospiterà allo Stadio Zini il Frosinone domenica sera: tanti gli ex di turno, perché oltre a Soddimo ci sono Terranova, Valzania e mister Baroni. Che partita sarà? «Di certo combattuta, prevedo due fasi: una in cui sarà la Cremo a gestire il gioco, una invece in cui saranno loro. La stiamo preparando bene, anche loro hanno carattere, avendo vinto un paio di partite negli ultimi minuti: con Nesta cercheranno di giocare dal basso, per poi fraseggiare molto. Stanno trovando la propria identità, così come noi stiamo cercando continuità inanellando risultati positivi».


Fonte: dal nostro inviato al Centro Arvedi Andrea Ferrari
Ogni replica, anche se parziale, necessita della corretta fonte CUOREGRIGIOROSSO.COM

Andrea Ferrari
Andrea Ferrari

Caporedattore, Content Manager e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche:

Cremo, oggi il ritorno al Centro Arvedi

Cremo, oggi il ritorno al Centro Arvedi