fbpx
TMW – Rinaudo: «Non mi aspettavo l’esonero, ma lo accetto»
TMW – Rinaudo: «Non mi aspettavo l’esonero, ma lo accetto»

L’ex direttore sportivo della Cremonese Rinaudo ha parlato a TMW: «Scelta poco costruttiva, ma la rispetto e guardo avanti»

Da circa un mese è terminata l’avventura di Leandro Rinaudo alla Cremonese. Al suo posto, dopo le 3 sconfitte consecutive con Cosenza, Ascoli e Salernitana, è stato scelto Nereo Bonato nel ruolo di direttore sportivo della società grigiorossa. «Per me è stata un’esperienza importante, nella crescita di una persona servono anche queste – ha dichiarato l’ex difensore palermitano a TuttoMercatoWeb.com. Devo dire la verità che non mi aspettavo l’esonero, è stata una scelta poco costruttiva dal mio punto di vista in quel momento della stagione. Ma bisogna accettare tale scelta, ne prendo atto e vado avanti. Mi servirà questa avventura per capire tante cose…».

ELOGI IN ESTATE – Come ben sappiamo, la stagione dei grigiorossi è stata ed è al di sotto di quelle che erano le previsioni iniziali. «Ho cercato di agire nel modo più professionale possibile per raggiungere gli obiettivi prefissati, conta per me esser stato leale in ogni circostanza, e un incidente di percorso fa parte del gioco – ha proseguito Rinaudo, che poi è entrato nel dettaglio -. L’anno è stato difficile per tutti, nel calcio non c’è niente di scontato e lo sa qualsiasi società. Qualcosa non è andato per il verso giusto e mi prendo le responsabilità, ma nel mondo del calcio non vedo nulla di anomalo. Per raggiungere i risultati servono varie componenti e le giuste alchimie, e serve tempo quando cambi tanto. Finito il mercato estivo a Cremona, stampa e addetti ai lavori elogiavano le operazioni fatte, ma alcune cose non sono andate come avremmo voluto e ci può stare».

RASTELLI & ARMENIA – «Rastelli è rimasto e mi fa piacere, di lui ho grande considerazione come persona e come allenatore». Così l’ex ds della Cremonese ha affrontato la domanda sull’allenatore campano, da lui scelto per sostituire a novembre Mandorlini e ora rimasto in sella nonostante quel periodo molto negativo dei grigiorossi. «Merita di raggiungere la salvezza insieme a tutta la squadra», ha commentato in seguito. Sul dg Armenia, invece: «Ha tanta esperienza alle spalle, la più importante a Piacenza, nella sua città, poi a Livorno. Ha detto che con Bonato si fa il salto di qualità? Ripeto, ha l’esperienza per dire queste cose. Spero che la Cremonese raggiunga la salvezza in modo tranquillo. Armenia è il primo referente del Cav. Arvedi, ho rispettato la scelta dell’esonero e ora guardo avanti».

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche: