fbpx
Rastelli: «Per essere protagonisti ci serve personalità»
Rastelli: «Per essere protagonisti ci serve personalità»

Rastelli al termine del 3-3 tra Napoli e Cremonese: «Stiamo lavorando tantissimo. Oggi i ragazzi sono ripartiti alla grande contro una squadra di campioni»

Massimo Rastelli si dice soddisfatto e orgoglioso dei suoi ragazzi al termine del pareggio per 3-3 tra Napoli e Cremonese di questo pomeriggio. I grigiorossi, passati due volte in vantaggio con l’autogol di Manolas e la rete di Arini, sono poi andati sotto ma hanno saputo trovare il pareggio con una rete sensazionale di Danilo Soddimo. Queste le parole del mister ai nostri microfoni al termine della partita:

AVVERSARIO – La Cremo si è trovata davanti una squadra di grande livello come il Napoli,  ma ha saputo mantenere il giusto atteggiamento: «Sono una squadra fortissima, sapevamo che saremmo stati messi sotto pressione. Ho detto ai ragazzi di mettere in pratica ciò che abbiamo iniziato a fare nella scorsa stagione. Se vogliamo fare un campionato da protagonisti ci serve la giusta personalità». Rastelli ha poi voluto spendere belle parole per i grigiorossi: «Nonostante in certi momenti abbiano sofferto, i ragazzi sono poi ripartiti alla grandissima. Nel secondo tempo è mancata un po’ la condizione poi abbiamo riacciuffato una gara che secondo me non meritavamo di perdere. Il risultato lascia il tempo che trova, ma la mentalità di fare risultato e non voler perdere conta».

LAVORO – Dopo 10 giorni di ritiro si intravedono sempre di più i risultati del lavoro fatto a Molveno: «I ragazzi stanno crescendo tanto sotto l’aspetto della mentalità e del mettere in pratica quello che stiamo provando». L’amichevole, secondo Rastelli, permette di osare di più e affinare la tecnica: «Si ha meno pressione, non c’è l’obbligo di fare risultato. Stiamo lavorando tantissimo sull’aspetto del palleggio e del venir fuori con la palla a terra. Ci saranno anche i momenti in cui bisogna buttarla via, ma solo quando siamo in difficoltà. Lavorando così potremo offrire un buon calcio».

LEGAME – Cominciare dall’inizio la stagione è senza dubbio un vantaggio importante per un allenatore subentrato, soprattutto quando gran parte dei migliori giocatori restano alla base: «Ci conosciamo ormai da mesi, i nuovi si stanno inserendo piano piano ma con velocità. Il blocco della passata stagione ci aiuterà a far crescere anche gli altri».

EUROGOL – La gara si è conclusa sul pareggio soprattutto grazie alla grandissima rete di Danilo Soddimo da centrocampo, un gol che Rastelli si aspettava sin da quando l’ex Frosinone ha tirato: «Quando ha ricevuto palla è stato bravissimo, anche mentre era in panchina ha notato che Meret stava spesso fuori dai pali e appena entrato in campo ha segnato. Sapevo che la palla sarebbe entrata sin da quando l’ho visto tirare».


Fonte: Dal nostro inviato a Dimaro (TN) Lorenzo Coelli
Ogni replica, anche se parziale, necessita della corretta fonte Cuoregrigiorosso.com

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Collaboratore

Potrebbe interessarti anche: