Primavera, Montalto non poteva giocare: k.o. a tavolino
Primavera, Montalto non poteva giocare: k.o. a tavolino

La Cremonese di mister Lucchini perde 3-0 a tavolino contro il Carpi, poiché Montalto non poteva scendere in campo stando al regolamento

Sabato scorso vi abbiamo raccontato del 2-2 del campionato Primavera fra il Carpi e la Cremonese, che ha visto per la seconda volta consecutiva in campo Montalto per i grigiorossi, dovendo l’attaccante scontare due giornate di squalifica con la Prima Squadra. Ebbene, Montalto non poteva giocare: il Giudice Sportivo, infatti, ha assegnato per gli emiliani il 3-0 a tavolino, un’ammenda di 250 euro alla società grigiorossa, un’ammonizione con diffida all’accompagnatore ufficiale Diego Volpi.

I MOTIVI – Il Giudice Sportivo ha esaminato gli atti ufficiali e ha annunciato che Adriano Montalto non aveva titolo di partecipare con i ragazzi della Primavera in qualità di giocatore “fuori quota” come previsto dal capoverso 4 del punto 9 del Regolamento emesso lo scorso settembre, che dice che nelle ultime 4 partite del campionato regolamentare possono essere schierati come “fuori quota” al massimo 3 giocatori nati nell’anno 1999. Una stagione sfortunatissima per l’ex Ternana, che però ha ancora tempo per renderla molto positiva, in quanto potrà tornare in Prima Squadra già domenica per la delicatissima trasferta del Penzo di Venezia e trascinare la Cremo alla salvezza a suon di gol e buone prestazioni.

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche:

Cremo, il saluto dei giocatori sui social

Cremo, il saluto dei giocatori sui social

Cremo, il ritiro estivo sarà a Molveno

Cremo, il ritiro estivo sarà a Molveno