fbpx
Presentazione Calendario Serie A, ecco orario e regolamento
Presentazione Calendario Serie A, ecco orario e regolamento

Ecco l’orario e il regolamento della cerimonia di presentazione del calendario di Serie A, in programma venerdì 24 giugno

La Serie A 2022/23 è pronta a prendere forma. La Lega ha annunciato che venerdì 24 giugno alle ore 12 verrà presentato il calendario ufficiale della competizione, che vedrà protagonista anche la Cremonese. Ricordiamo che i grigiorossi giocheranno le prime due partite in trasferta (clicca QUI per scoprire i possibili avversari) per concludere i lavori in programma allo Zini, ed eventualmente la prima partita casalinga allo stadio Manuzzi di Cesena. Su CuoreGrigiorosso.com potrete seguire in diretta la presentazione del calendario. Clicca QUI per scoprire tutte le date.


Ecco i criteri per la compilazione del calendario: 

  • Visto il calendario asimmetrico, una partita non avrà il proprio ritorno prima che siano stati disputati altri 8 incontri.
  • Non vi possono essere più di due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta per girone.
  • Nel caso in cui vi siano due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta, una coppia di incontri deve necessariamente essere in casa e l’altra in trasferta.
  • Nei quattro turni infrasettimanali feriali non potranno essere disputati i derby di Milano, Torino, Roma, quello toscano e campano, oltre alle gare tra Atalanta, InterJuventusLazioMilanNapoli e Roma.
  • Alla prima e all’ultima giornata non potranno essere programmati i derby. Questi dovranno comunque svolgersi in giornate differenti.
  • Non può essere ripetuto alcun incontro (stessa partita alla stessa giornata, con lo stesso ordine casa/trasferta) rispetto al Calendario 2021/2022.
  • Nella prima giornata non possono incontrarsi, indipendentemente dall’ordine casa/trasferta, società che si sono già incontrate nella prima giornata dei due giornati precedenti.
  • Nell’ultima giornata non possono incontrarsi, indipendentemente dall’ordine casa/trasferta, società che si sono già incontrate nell’ultima giornata dei due campionato precedenti.
  • Le società partecipanti alla Champions League (Milan, Inter, Juventus, Napoli) non possono essere sorteggiate con società partecipanti all’Europa League (Lazio e Roma) e alla Conference League (Fiorentina) nelle giornate successive ad un turno di Europa League/Conference League.
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche: