fbpx
Milanese e Ravanelli, gli “acquisti” fatti in casa della Cremonese
Milanese e Ravanelli, gli “acquisti” fatti in casa della Cremonese

Luca Ravanelli e Tommaso Milanese sono due novità della Cremonese 2023-24, pronti ad affermarsi dopo una stagione positiva

Sta per iniziare ufficialmente la stagione 2023-24 della Cremonese, che giovedì 13 luglio si radunerà al Centro Arvedi per le classiche visite mediche pre-ritiro. Tra i tanti giocatori che faranno ritorno in città dopo un’esperienza in prestito nell’annata appena conclusa, ce ne sono due in particolare pronti a ritagliarsi spazio nella Cremo 2.0 di mister Ballardini: Luca Ravanelli e Tommaso Milanese. Già protagonisti durante il ritiro della scorsa stagione, questa volta parteciperanno alla preparazione estiva per restare in grigiorosso.

RAVANELLI – Il difensore centrale trentino è stato uno dei pilastri del sorprendente Frosinone, promosso in Serie A soprattutto grazie alla coppia di centrali composta da Fabio Lucioni e lo stesso Ravanelli. Nelle 24 partite in cui è sceso in campo (tutte da titolare), i Ciociari hanno subito 11 gol, mantenendo la porta inviolata in ben 15 occasioni. Quella appena conclusa potrebbe essere stata la stagione della consacrazione per il classe ’97, che già nel 2021-22 ha risposto presente quando chiamato in causa da mister Pecchia. La Cremonese vuole tenerselo stretto, forte di un contratto valido fino al 2025, e mister Ballardini è pronto a considerarlo uno dei punti fermi in vista del prossimo campionato di Serie B.

MILANESE – Sarà molto interessante seguire anche il percorso del classe 2002 leccese, che dopo sei mesi di apprendistato a Cremona (conditi dall’esordio in Serie A) ha vissuto una seconda parte di stagione in crescendo al Venezia. Da mezzala destra nel 3-5-2 di Vanoli è riuscito ad affermarsi nel giro di poche settimane, contribuendo alla pazzesca rimonta dei lagunari (dalla zona retrocessione a quella playoff) con una rete al Como. Nelle ultime giornate gli è stato preferito l’islandese di proprietà arancioneroverde Ellertson, ma questo non ha impedito a Milanese di fare ulteriore esperienza e tornare con più consapevolezza all’ombra del Torrazzo. La sua grande duttilità, unita alla tecnica già mostrata tra la Primavera della Roma e l’esperienza all’Alessandria, tornerà sicuramente utile a mister Ballardini.

Lorenzo Coelli

Redattore e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche:

Cremonese, l’attacco è in fase di guarigione

Cremonese, l’attacco è in fase di guarigione