fbpx
Mandorlini: «Dobbiamo ritornare a vincere»
Mandorlini: «Dobbiamo ritornare a vincere»

Cremonese-Spezia, la conferenza stampa di Mandorlini alla vigilia della partita valida per la 3° giornata di campionato di Serie B 2018/19

Mister Mandorlini ha parlato alla stampa in occasione della vigilia del match di domani pomeriggio contro lo Spezia. L’allenatore grigiorosso ha fatto il punto della situazione per poi esprimersi nei confronti degli avversari e sottolineare l’affetto ricevuto dai tifosi. «Siamo migliorati e siamo cresciuti, adesso si riprende con una partita difficile ma noi abbiamo fatto di tutto per uscire con un risultato positivo», ha esordito il mister.

Per quanto riguarda il capitolo infortuni, Mandorlini ha chiarito ogni dubbio e ha voluto elogiare lo staff medico: «Castrovilli si è allenato solo questa settimana ma è rientrato completamente, magari non ha 90 minuti nelle gambe ma sarà della partita. Croce ha avuto qualche problema, così come Boultam e Strefezza che hanno sofferto di affaticamento, però abbiamo recuperato quasi tutti». Con il Fanfulla in amichevole si sono rivisti anche Paulinho e Piccolo«Paulinho è ormai rientrato in gruppo, mentre Antonio non ha ancora smaltito i carichi di lavoro e gli serve più tempo». Gli unici indisponibili per il match di domani saranno dunque Montalto e Carretta.

Gli abbonamenti sottoscritti hanno superato quota 4.000, numero che non si vedeva dalla storica stagione del ritorno in A (1984/85), e secondo il mister questo non può che essere uno stimolo per i ragazzi: «Raggiungere di nuovo questa quota è importante, per la squadra è una bella responsabilità il dover dimostrare tutto l’affetto che ha mostrato la gente in questa campagna abbonamenti, anche noi abbiamo voglia di tornare a vincere».

Mandorlini
Stadio Zini, Mandorlini osserva a braccia conserte

La Cremonese ha vinto un solo match nelle ultime 23 gare (contro il Venezia il 12 maggio scorso), ma Mandorlini non fa calcoli: «Io penso gara per gara, è iniziata una nuova stagione e dobbiamo andare a prenderci quello che avevamo in mano e non abbiamo stretto. Veniamo da due importanti pareggi che potevano essere vittorie, adesso è un’altra storia e adesso bisogna giocare».

Con il Palermo si sono messi in mostra molti talenti, tra cui Boultam, Emmers e Strefezza«Sono molto contento perchè siamo andati a Palermo contro una delle suqadre più forti e devo solo fare loro i complimenti. La loro crescita è la crescita della squadra, è giusto rimarcare che sono stati bravi perchè nessuno gli regala niente e questo è ancora più bello. Io guardo il campo e non la carta d’identità, al di là dei meriti nostri e della società il merito è loro perchè si sono fatti trovare pronti e sono ragazzi a posto».

Prossimo avversario di giornata è lo Spezia, squadra con degli obiettivi molto chiari: «La proprietà è molto importante, è una squadra che ha molta ambizione, le vittorie con Brescia e Sampdoria (quest’ultima in amichevole sabato scorso, ndrdimostrano che è una squadra che sta bene e viene qui a fare risultato. Dobbiamo stare attenti ai loro esterni, ha giocatori importanti come Galabinov e non ha nascosto le proprie ambizioni, sarà una partita dura non solo per noi ma anche per loro».

Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche: