fbpx
Cremo, chi è il nuovo mister Marco Baroni
Cremo, chi è il nuovo mister Marco Baroni

Vi presentiamo il nuovo allenatore della Cremonese Baroni, già grigiorosso nei primi mesi della travagliata stagione 2010-11, quella del calcioscommesse

La Cremonese ha scelto di ripescare dal passato: al posto di Rastelli, esonerato in mattinata, è stato scelto Marco Baroni, che già fu allenatore grigiorosso per i primi mesi della stagione di Lega Pro 2010-11, segnata dalla vicenda del calcioscommesse. Gli anni sono passati, il tecnico fiorentino è stato nel frattempo allenatore della Primavera della Juventus, poi le prime esperienze in Serie B con Virtus Lanciano, Pescara, Novara e Benevento, con cui ha raggiunto la promozione in Serie A trascinato dai gol di un certo Fabio Ceravolo. In seguito a 9 sconfitte nelle prime 9 della massima serie, è stato esonerato dalla guida dei sanniti. Lo scorso dicembre, invece, è subentrato a Longo alla guida del Frosinone, sempre in A, con cui però non ha evitato la retrocessione dei ciociari nel campionato cadetto.

PRIMA PARTE – Appesi gli scarpini al chiodo nel 2000, dopo aver disputato una carriera da difensore anche piuttosto brillante (ha giocato nel Napoli di Maradona), il suo percorso da allenatore è cominciato nel Rondinella, società fiorentina, che fu la sua ultima squadra da giocatore: in Serie C2 conquista un ottavo posto, poi resta in Toscana e allena il Montevarchi, nella stessa categoria, arrivando nella medesima posizione. Nel 2003-04 è il turno della Carrarese, occasione in cui in C2 giunge al quindicesimo posto, poi cambia ancora e guida il Sudtirol, dove sfiora la C1 passando dai playoff. La prima esperienza negativa arriva all’Ancona, da subentrato: di 12 partite ne perde 8 e ottiene il primo esonero della carriera, così passa alla Primavera del Siena, portandola per la prima volta nella storia alla finale del titolo nazionale di categoria.Resterà nelle giovanili bianconere fino al 2010, con in mezzo anche 3 gare alla guida della prima squadra in A, che aveva esonerato Marco Giampaolo.

SECONDA PARTE – Il 22 giugno 2010 diventa allenatore della Cremonese per il campionato di Prima Divisione: in 10 giornate perde solamente 3 volte, ma quella di Reggio Emilia, oltre a essere secca (netto 3-0), arriva dopo 3 pareggi con Verona, Sudtirol e Spezia (ma si scoprirà esser stato il famoso anno del calcioscommesse). Nel 2011 Baroni passa alla Primavera della Juventus, con cui vince un Viareggio nel 2012 e una Coppa Italia di categoria nel 2012-13, ricevendo moltissimi attestati di stima, allora ritorna in Serie B, alla Virtus Lanciano: ci resta una stagione, arriva addirittura decimo, ed è tuttora il miglior risultato di sempre della storia del club abruzzese. Nel 2014-15 passa al Pescara, da cui viene esonerato a una sola giornata dalla fine, essendo fuori dalla lotteria dei playoff, che però raggiunge con il Novara nell’annata successiva, nonostante i piemontesi arrivassero dalla Serie C. Nonostante il grande risultato raggiunto, non viene confermato e viene nominato mister del Benevento: quinto posto e vittoria dei playoff di B, così giunge la prima “vera” (e meritata) esperienza in A per il classe ’63. L’avvio non è dei migliori, perde le prime 9 giornate di campionato e i campani sono costretti a sollevarlo dall’incarico. Il 19 dicembre 2018 Baroni rileva Longo al Frosinone, in A, ma di 22 match ne vince 4 e ne pareggia 5. Il 19° posto significa retrocessione.

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche: