fbpx
Bisoli: «Resta l’amaro in bocca, sono un po’ abbattuto»
Bisoli: «Resta l’amaro in bocca, sono un po’ abbattuto»

Le parole di mister Bisoli dopo il pareggio di Lecce: «Bisogna fare i complimenti ai ragazzi, abbiamo fatto un altro passettino in avanti»

La Cremonese manca nuovamente l’appuntamento con la vittoria, ma il 2-2 del Via del Mare di Lecce lascia soprattutto sensazioni positive. Al termine della gara ha parlato il tecnico della Cremonese Pierpaolo Bisoli«C’è rammarico perché, dopo una partita del genere, portare a casa un punto lascia l’amaro in bocca – spiega l’ex Padova -. Abbiamo giocato contro una squadra costruita per stravincere il campionato e siamo venuti a giocarcela a viso aperto, facendo il nostro gioco. Come sempre appena rientriamo dagli spogliatoio stacchiamo per 10′, in cui infatti abbiamo preso gol. Poi però ci siamo svegliati e ho visto una squadra in crescita, solitamente chi subisce rimonte del genere si fa dominare, ma i ragazzi l’hanno ripresa bene. Sono un po’ abbattuto perché speravo di portare a casa i tre punti, la squadra sta lavorando tanto e se lo merita».

RISPOSTE – Nonostante la mancata vittoria Bisoli è soddisfatto di quanto visto stasera: «Veniamo da tre pareggi e stiamo dando continuità, dico che bisogna stare tranquilli perché la squadra ha attributi e cuore e vuole fare qualcosa di importante. Non era facile venire qui e fare la partita. Non dimentichiamoci la grande mole di occasioni e le parate del loro portiere, abbiamo cercato di vincere fino alla fine».  La migliore Cremonese deve ancora arrivare: «Ai tifosi dico: amate questi ragazzi, perché vi daranno tante soddisfazioni. Oggi avevano gli occhi lucidi per non aver portato a casa i tre punti, ma la strada è quella giusta e il campionato è lungo. Neanche i ragazzi sono consapevoli del potenziale che hanno, ci sono margini importanti. Il vero campionato inizia a fine gennaio-inizio febbraio, non dimentichiamo che siamo solo alla quarta partita. Quando saremo al top faremo divertire i tifosi».

ASSENZE – La formazione non è stata rivoluzionata completamente anche a causa delle assenze: «A centrocampo non ho potuto mettere Pinato, che ieri in allenamento ha accusato il classico colpo della strega. È venuto in panchina solo perché era già qui con noi, speriamo di recuperare lui e Bianchetti per domenica. Il cambio di Strizzolo e Ceravolo? Luca era ammonito e aveva speso tanto, Daniel è entrato bene ma si è trovato davanti un portiere super». Spesso la Cremonese ha mostrato di saper muovere intelligentemente il pallone: «Abbiamo dimostrato che non buttiamo mai via il pallone a caso, l’ultima mezz’ora abbiamo avuto una lucidità estrema. Oggi ho visto giocate importanti, sono contento da una parte ed amareggiato dall’altra per non aver dato soddisfazione ai miei ragazzi, perché si vede il lavoro che stanno facendo, ai tifosi e alla società. Siamo comunque in una striscia positiva e stiamo crescendo. Manca ancora un po’ di condizione, ma è questione di tempo. Oggi abbiamo fatto un altro passettino in avanti».

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche:

Cremonese-Arini, addio a un passo

Cremonese-Arini, addio a un passo