fbpx
Armenia a CGR: «Rinvio della B soluzione meno peggiorativa»
Armenia a CGR: «Rinvio della B soluzione meno peggiorativa»

Il direttore generale della Cremonese Armenia sul rinvio della Serie B: «Casi aumentati nel Como, non si sarebbe giocato comunque»

A poche ore dalla decisione di rinviare le prossime due giornate di Serie B e riprendere il campionato a metà gennaio (clicca QUI per le ultime notizie), abbiamo contattato il direttore generale della Cremonese Paolo Armenia. Ecco le sue dichiarazioni ai nostri microfoni: «La logica assembleare ha portato allo stop, anche se per la Cremonese sarebbe andato bene anche proseguire e giocare. A fronte di un quadro peggiorato in alcune società con positività che avrebbero fatto sì che la giornata di domenica potesse presentare altri rinvii oltre a Monza e Spal si è pensato che fosse meglio per tutti rinviare queste due partite a gennaio».


Ogni replica, anche se parziale, necessita della corretta fonte WWW.CUOREGRIGIOROSSO.COM


CREMO-COMO – A tal proposito, il dirigente grigiorosso spiega che anche in caso di mancato rinvio la Cremonese non avrebbe giocato col Como: «Una delle situazioni sconosciute fino a stamattina era quella del Como. I positivi sono aumentati e la Asl li avrebbe bloccati prima della partenza per Cremona. Pertanto erano talmente tante le partite che subivano questa situazione che si è andati verso lo stop. Chiaramente ci si chiede cosa potrà succedere a metà gennaio, ma ad oggi a livello assembleare questa ci sembrava la soluzione più logica e c’è stata una grande maggioranza, solo in due hanno votato contro».

I TIFOSI – Armenia non nasconde che lo slittamento delle gare potrebbe portare a più turni infrasettimanali (e quindi mettere in difficoltà i tifosi che vogliono seguire le partite): «Da una parte i tifosi possono passare un Santo Stefano più tranquillo, ma lo svantaggio è che ci potranno essere gare in turni infrasettimanali a febbraio che potrebbero penalizzarli». Il campionato rischia così di essere “falsato”: «Col senno di poi non si può sapere cosa succederà, in questo momento a livello di Lega si è pensato che avere un numero importante di recuperi nel corso del campionato potesse essere difficoltoso e creare più squilibri. Quindi si è pensato che traslare il calendario potesse essere la soluzione meno peggiorativa».


Ogni replica, anche se parziale, necessita della corretta fonte WWW.CUOREGRIGIOROSSO.COM

Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche: