fbpx
Cremo, tornano allo Zini Marotta, Longo e Cinelli
Cremo, tornano allo Zini Marotta, Longo e Cinelli

Il Vicenza arriverà allo Stadio Zini sabato con tre ex Cremo, tutti che non hanno lasciato ricordi indelebili. Fra questi, gli attaccanti Longo e Cinelli

Sono tre i calciatori del Vicenza che in passato hanno vestito la maglia della Cremonese. Parliamo di Antonio Cinelli, Samuele Longo e Alessandro Marotta, che dunque sabato pomeriggio torneranno da avversari allo Stadio Zini per la partita che vedrà di fronte, appunto, i veneti di mister Mimmo Di Carlo con la formazione di Pierpaolo Bisoli per la gara valida per la settima giornata del campionato di Serie B. Nessuno dei tre ha lasciato ricordi indelebili, anzi, con uno in particolare ci sono stati anche alcuni screzi di una certa entità.

CINELLI – Probabilmente ricordiamo con più piacere Antonio Cinelli, classe 1989 che ha vestito il grigiorosso nella prima stagione del ritorno in B, quella del 2017-18. Un centrocampista d’interdizione in grado di rispondere con buone prestazioni quando chiamato in causa. Sono 16 le presenze con la Cremo, di cui 10 al primo minuto, con anche un assist nel match pareggiato 3-3 in casa contro la Ternana. A Vicenza ormai è quasi un’istituzione, avendo raccolto quasi 160 presenze fra varie categorie, dal 2013 ad oggi (con qualche parentesi, tipo Cremona).

LONGO – Non sono stati sei mesi a Cremona fortunati per Samuele Longo, arrivato a gennaio del 2019 per lasciare il segno in un attacco che fino a quel momento contava pochi gol all’attivo. Riportato in Italia dopo alcune esperienze spagnole, il centravanti di Valdobbiadene allora in prestito dall’Inter ha esordito a La Spezia nella sconfitta per 2-0, giocando 90 minuti. Successivamente, tre spezzoni con Padova, Cosenza e Ascoli per poi infortunarsi gravemente all’anca e non rientrare più da lì a fine stagione. L’anno scorso segnò 4 gol a Venezia, ora proverà a confermarsi.

MAROTTA – Torniamo indietro nel tempo e anche Alessandro Marotta, oggi 34enne, ha vissuto sei mesi con la Cremonese. Anche lì non memorabili, ma per altri motivi. In carriera ha sempre segnato con regolarità, soprattutto con il Siena. In grigiorosso ha realizzato 4 gol. Nel girone di andata della Lega Pro 2012-13 le ha giocate praticamente tutte, ma il rapporto con la tifoseria non è mai sbocciato, soprattutto per i gol che non ha fatto. È stato difatti spesso rimproverato per alcuni errori ritenuti piuttosto banali al cospetto del portiere avversario. Emblematico l’1-1 col Lecce del 6 gennaio 2013, sua ultima partita a Cremona: ad inizio ripresa non prende bene il cambio operato da mister Scienza, dalla tribuna arrivano fischi e Marotta insulta gli spettatori rivolgendo anche il dito medio. Viene placcato anche dal ds Zocchi, eppure se ne libera e scaraventa un pallone sugli spalti prima di prendere la strada degli spogliatoi. Poco dopo fu ceduto. Tornerà in quello stadio a distanza di 8 anni.

QUASI EX – Il Vicenza conta anche calciatori che negli anni sono stati ripetutamente accostati alla Cremonese. Ad esempio il difensore Emanuele Padella, oppure il laterale Matteo Bruscagin, che sembrava davvero ad un passo dopo il fallimento del Latina. Si era parlato anche dell’ex Serie A Luca Rigoni e di Jacopo Da Riva, giovane centrocampista in prestito dall’Atalanta per farsi le ossa in B. Per quanto riguarda gli attaccanti, una voce era uscita anche in merito ad un altro giovane di cui si parla benissimo, Gabriele Gori, attaccante proveniente dalla Fiorentina. Non dimentichiamoci di Lamin Jallow: erano mesi e mesi che da Salerno davano per fatto il passaggio alla Cremo, invece mai concretizzatosi.

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche:

Gli ex, Fulvio Pea campione di Cina

Gli ex, Fulvio Pea campione di Cina