fbpx
Serie B, tante situazioni in panchina non definite
Serie B, tante situazioni in panchina non definite

Mancano solo 3 squadre all’appello per completare l’organico della prossima Serie B: tante squadre ancora non hanno scelto l’allenatore per la stagione 2019-20

Va completandosi l’organico della Serie B 2019-2020, dopo che la finale di ritorno dei playoff ha visto trionfare l’Hellas Verona sul Cittadella al Bentegodi. Salgono a quota 17 squadre su 20 quelle sicure di partecipare al prossimo campionato cadetto, poiché all’appello mancano solo la vincente dei playout fra Salernitana e Venezia (sempre che scenderanno in campo, oggi è atteso un riscontro dal Tar del Lazio) e le due promosse dalla Serie C (in lizza ci sono Trapani, Piacenza, Pisa e Triestina).


Ascoli: non ci sarà più Vincenzo Vivarini in panchina, che piace al Palermo per l’eventuale dopo Rossi. Al suo posto, i bianconeri hanno scelto Paolo Zanetti, il quale deve liberarsi dal Sudtirol.

Benevento: è addio fra i sanniti e Cristian Bucchi, che non ha mai convinto troppo il popolo giallorosso. Sfumato Di Carlo, approdato in C al Vicenza, resta viva la pista Davide Nicola per tentare l’assalto alla Serie A.

Chievoverona: senza Di Carlo, che come detto ha già firmato con il Vicenza, il nuovo ds Pellissier avrebbe scelto l’ex compagno di squadra Michele Marcolini. Piacciono però anche Zironelli (ex Juventus U23), Italiano (che si sta giocando i playoff di C col Trapani) e Dionisi (reduce da un’ottima stagione con l’Imolese).

Cittadella: Roberto Venturato ha appena perso la finale playoff, ma quasi certamente verrà riconfermato per la quinta stagione consecutiva.

Cosenza: confermato Piero Braglia, artefice della promozione in B del 2018 e della salvezza complicata del 2019.

Cremonese: confermato, come sappiamo, Massimo Rastelli.

Crotone: sembra ad un certo punto dovesse terminare l’avventura in Calabria, eppure Giovanni Stroppa è stato confermato. Tornato sulla panchina dopo la parentesi negativa di Oddo, ha trascinato la squadra alla salvezza.

Empoli: ancora non si sa se Aurelio Andreazzoli rimarrà sulla panchina degli azzurri anche in Serie B, categoria che proprio con i toscani ha stravinto nel 2018. Più sì che no.

Frosinone: ufficializzato ieri l’addio con Marco Baroni, possibile che a guidare i giallazzurri ci sarà uno fra Ivan Juric e Aurelio Andreazzoli, sempre che quest’ultimo non sia confermato ad Empoli. Piace anche Alessandro Nesta.

Juve Stabia: nonostante la promozione in Serie B, potrebbero separarsi la Juve Stabia e l’allenatore Fabio Caserta. Succede raramente che un allenatore reduce da una vittoria del campionato venga sostituito per la stagione successiva. Sono attese novità a breve.

Livorno: confermato al 100% Roberto Breda, che ha compiuto un mezzo miracolo salvando direttamente i toscani nella Serie B appena terminata. Con Lucarelli le cose si stavano mettendo molto male.

Palermo: appena saputo che non giocherà in Serie C ma in Serie B, i rosanero stanno decidendo se tenere o meno Delio Rossi in panchina. Probabile un addio, per sostituirlo piace l’ex centrocampista Eugenio Corini, che ha appena portato in A il Brescia. Sarebbe un ritorno. Interessano anche Vivarini e Marino.

Pescara: manca ancora un comunicato ufficiale, ma ormai la scelta per il dopo Pillon è stata fatta. Sarà Luciano Zauri, promosso dalla Primavera, a prendere la guida degli abruzzesi per la B che verrà.

Perugia: già da un po’ di tempo è ufficiale l’addio di Alessandro Nesta. Gli umbri pensano a continuare la tradizione dei campioni del mondo 2006: Massimo Oddo è favorito su Fabio Grosso, ma occhio anche alla sorpresa Alessio Dionisi, in uscita dall’Imolese.

Pordenone: l’ex mister grigiorosso Attilio Tesser ha rinnovato dopo aver vinto il campionato di C con i ramarri.

Spezia: Pasquale Marino ha lasciato, si puntava così ad un ritorno di Di Carlo, ma ha firmato per il Vicenza in Serie C. Piace molto Cristian Bucchi, ormai ex Benevento, però attenzione anche a Massimo Oddo e alla suggestione Gian Piero Ventura.

Virtus Entella: il patron Gozzi ha confermato l’allenatore della promozione in Serie B Roberto Boscaglia.

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche:

Livorno-Cremonese, la designazione arbitrale

Livorno-Cremonese, la designazione arbitrale