fbpx
Serie B, è record di esoneri da 14 anni
Serie B, è record di esoneri da 14 anni

Dalla stagione 2004-2005, ovvero da quando sono stati inseriti i play-off, la Serie B non ha mai cambiato così tanti allenatori in così poco tempo

Non era mai successo che in Serie B fossero già saltati la bellezza di 8 allenatori in 12 giornate. O quantomeno, non era mai successo a partire dalla stagione 2004-2005, anno che segna l’ingresso nel regolamento dei play-off. È questo quanto emerge da un’indagine de La Gazzetta dello Sport. Il tutto, non tenendo nemmeno conto dei cosiddetti traghettatori, come Moschella a Crotone che ha accompagnato il passaggio da Stroppa a Oddo. E la causa è presto spiegata nella riduzione delle squadre da 22 a 19 unità. Cosa che accorcia il campionato di 6 giornate, ovvero un mese e mezzo. Tradotto: non c’è tempo da perdere.

E così, via subito Chezzi per Castori a Carpi e Suazo per Corini a Brescia dopo soltanto 3 turni. La settimana successiva è stata la volta di Zamparini (e chi se non lui), a Palermo, con Stellone subentrato a Tedino. Dopodiché, a ottobre, Zenga ha rilevato Vecchi a Venezia e Oddo ha preso il posto di Stroppa a Crotone. È novembre, però, ad aggiudicarsi la palma di “mese di fuoco” con i suoi tre cambi subito alla prima settimana, con Breda Foscarini e Rastelli sulle panchine di Livorno, Padova e Cremonese. Attenzione, però, perché il mese non è ancora finito. A dicembre manca ancora una giornata, e le panchine di Braglia a Cosenza, Bucchi a Benevento e soprattutto Grosso a Verona restano traballanti.

Nicolò Casali
Nicolò Casali

Potrebbe interessarti anche:

Coronavirus, Pillon lascia il Cosenza

Coronavirus, Pillon lascia il Cosenza