Playoff Serie B, il Cittadella e Venturato volano in finale
Playoff Serie B, il Cittadella e Venturato volano in finale

Clamorosa vittoria esterna per il Cittadella di Venturato, che rimonta lo svantaggio dell’andata e sconfigge il Benevento ottenendo la finale playoff

Cittadella sogna la Serie A. I granata di Venturato hanno infatti ottenuto una clamorosa vittoria in casa del Benevento per 3-0, rimontando così l’1-2 dell’andata e guadagnando la propria prima storica finale playoff, che avvicina i veneti alla massima categoria. Per il Cittadella si tratta solamente della terza vittoria nei playoff della sua storia, la seconda stagionale, e sicuramente Scappini e compagni non vogliono fermarsi qui. Per scoprire chi sarà l’altra finalista dei playoff bisogna aspettare Pescara-Hellas Verona, in programma domani sera alle 21.

LA PARTITA – Il primo gol del Cittadella parte da una grande parata del portiere Paleari, che fa partire un contropiede perfetto: Diaw si invola verso la porta, Montipò liscia il pallone, la punta classe ’92 controlla con freddezza, dribbla il portiere di casa e insacca. Il Benevento subisce il colpo e rimane in balìa dei granata. 5 minuti dopo Siega prende il palo e nell’azione successiva Panico trova il clamoroso 0-2 con un tiro da fuori deviato da Viola. I giallorossi entrano in campo convinti di poter ribaltare la situazione (il Cittadella doveva vincere con almeno due gol di scarto per passare), ma poi ci pensa il solito Moncini a  chiudere la questione: il diagonale di Branca trova la deviazione di tacco del centravanti della Spal, che segna il 15° gol stagionale nelle 20 partite disputate fin qui. Nel finale il Benevento cerca più volte la rete senza successo: il Cittadella, Venturato e Scappini si giocheranno dunque la Serie A tra il 30 maggio e il 2 giugno.

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Collaboratore

Potrebbe interessarti anche:

Serie B, il Trapani cambia la proprietà

Serie B, il Trapani cambia la proprietà

Serie B, Nesta e Inzaghi tornano in panchina

Serie B, Nesta e Inzaghi tornano in panchina