fbpx
Pisa, D’Angelo: «Cremo obiettivamente forte»
Pisa, D’Angelo: «Cremo obiettivamente forte»

Ecco le parole di mister D’Angelo dopo il pareggio con la Cremo: «C’è il rammarico, potevamo vincere e ce lo saremmo meritati»

Dopo il pareggio ottenuto con la Cremo, queste le parole del mister del Pisa Luca D’Angelo«La squadra ha trovato il giusto equilibrio. Ha giocato una buona partita e una buona mezz’ora iniziale dove, oltre al gol, abbiamo creato altre situazioni. L’ultimo quarto d’ora è venuta fuori la Cremonese, una squadra obiettivamente forte». Prosegue l’analisi della partita dicendo: «Nel secondo tempo abbiamo giocato bene, abbiamo creato tanto. Abbiamo trovato il gol (di Masucci, ndr.) anche se ci è stato annullato per fuorigioco. A parer mio non c’era. C’è molto rammarico potevamo vincere e ce lo saremmo meritati. Mancava un quarto d’ora e stavamo meglio della Cremonese a quel punto della partita». Conclude dicendo: «La squadra è cresciuta nei rendimenti e sotto vari punti di vista. nel corso della partita abbiamo inserito giocatori freschi e si sono comportati tutti bene. Nonostante il rammarico, sono soddisfatto dei ragazzi».

IL GOL DI BUONAIUTO – Dopo due partite, il Pisa ha subito tre gol, due dei quali su calcio piazzato. Uno di questi è quello che ha segnato Buonaiuto oggi. Analizzando questi gol subiti, D’Angelo non può far altro che elogiare il grigiorosso«Il primo gol, a Reggio Emilia abbiamo fatto un errore grossolano in difesa. In quello subito oggi la difesa era impotente. Bisogna dare merito a Buonaiuto di aver fatto un grande gol».

ANALISI PRIME GIORNATE – Dopo le prime due giornate di campionato, in vista della prima sosta, ecco le parole del mister sulle prestazioni dei suoi ragazzi: «Abbiamo fatto due buone partite, la squadra ha bisogno ancora di crescere non tanto in condizione fisica, dove siamo a buon punto. Deve credere maggiormente nelle sue qualità». Conclude dicendo: «Nel calcio bisogna cercare equilibrio tra le due fasi, a mio avviso noi siamo a buon punto perché anche attaccanti e trequartista lavorano molto in fase di rottura. Non dobbiamo però perdere la nostra caratteristica: attaccare con tanti giocatori. Anche oggi l’abbiamo fatto, in alcune azioni eravamo 5/6 in area di rigore».

 

 

Rebecca Cambiati
Rebecca Cambiati

Potrebbe interessarti anche: