fbpx
Bisoli: «Abbiamo cominciato a scalare la vetta»
Bisoli: «Abbiamo cominciato a scalare la vetta»

Le parole del tecnico Bisoli dopo il pari della Cremonese a Pisa: «Lotteremo su ogni capo in vista della vetta così: senza paura e senza timore»

Mister Bisoli vede il pareggio a Pisa come un ottimo punto di partenza, queste le sue parole nel post partita: «Siamo sulla strada giusta. L’avevo detto io, dopo la prestazione di mercoledì, ho rivisto la squadra con lo spirito dell’anno scorso, la mia squadra». Prosegue: «Oggi abbiamo cominciato a scalare la vetta, dove dobbiamo arrivare il 4 maggio. La vetta intesa come partita per partita. Anche se sappiamo che sarà un campionato difficile, lotteremo su ogni campo così: senza paura e senza timore». Analizzando il match disputato dai ragazzi dichiara: «Ci hanno preso un po’ alla sprovvista, non è stato facile prendere gol in un calcio piazzato così. È facile abbattersi, ma abbiamo reagito, abbiamo cominciato a giocare e li abbiamo messi sotto. Abbiamo recuperato». Conclude: «È così in Serie B: vince chi ha quel pizzico di fortuna in più. Nessuna delle due l’ha avuto oggi, quando si sono incontrate due squadre importanti, che mirano a ricoprire un ruolo importante in campionato».

GHISOLFI – Il trequartista Matteo Ghisolfi, dopo aver giocato in Coppa Italia mercoledì contro l’Arezzo, ha esordito oggi in Serie B a soli 18 anni. Queste le parole del mister sull’attaccante classe 2002: «Buona prestazione, ha fatto la sua partita. È chiaro che non ha brillato come mercoledì, quando ha giocato per 90 minuti. In più in quel ruolo è un po’ più difficile esprimere le sue potenzialità, perché è sempre l’uomo dietro». Continua: «Secondo me c’era anche un piccolo rigore su di lui. È stato in partita, quindi bravo Ghisolfi! Piedi per terra e lavorare ancora per migliorare».

PINATO – Ecco le parole di Bisoli sulla breve ma intensa prestazione del suo centrocampista: «Dopo i primi cinque, sei minuti ha cominciato a prendere un po’ di possesso campo. È diventato protagonista, ha fatto la parata al portiere, un colpo di testa, ha dato l’assist. Era quindi entrato in partita». Il mister spiega poi la causa della sua uscita forzata dopo 30 minuti: «Nello staccare di testa, quando è ricaduto ha sentito indurirsi il bicipite femorale. Speriamo non sia niente, perché questa settimana ha bisogno di lavorare».

Redazione
Redazione

Potrebbe interessarti anche:

Lecce, Corini: «Meritavamo di vincere»

Lecce, Corini: «Meritavamo di vincere»