fbpx
Pecchia: «Ripresa straordinaria, c’è da lavorare»
Pecchia: «Ripresa straordinaria, c’è da lavorare»

Mister Pecchia dopo la vittoria con la Reggina: «Sono contento, ma non dev’essere lo svantaggio a darci la scossa. Felice per Gaetano»

La Cremonese vince 2-1 con la Reggina e sale a 22 punti in classifica. Al termine della gara il tecnico grigiorosso Fabio Pecchia ha risposto alle domande dei giornalisti presenti al Granillo: «Non sono contento di quanto visto nei primi minuti, abbiamo già dimostrato che al di là degli avversari, una squadra esperta che concede pochissimo, il piglio della squadra è arrivato solo dopo il gol. Siamo entrati in tutto e per tutto in gara, il finale del primo tempo mi dava buone sensazioni e poi la ripresa è stata straordinaria, vittoria meriata».

IN ATTACCO – I cambi della ripresa hanno dato nuova linfa alla Cremo, che sembra più a suo agio con Ciofani in campo: «Samuel ci dà delle cose, che però vanno supportate anche dal resto della squadra. Daniel ha caratteristiche opposte, ha permesso ai centrocampisti di salire anche se abbiamo giocato nella loro metà campo quindi non c’era profondità attaccare ma più fraseggio da fare. Siamo riusciti a giocare in velocità e sono veramente felice, dalla prestazione di oggi ci portiamo a casa soprattutto gli aspetti negativi su cui lavorare».

SHOCK – Il problema più grande per Pecchia è che ad accendere i grigiorossi sia stato il gol dello svantaggio: «Siamo piombati nella gara, abbiamo continuato a giocare anche sul 2-1 e potevamo fare sicuramente un altro gol. Abbiamo rischiato solo con Cortinovis sul finale, per il resto non abbiamo rischiato nulla, questo deve darci la giusta carica. Bisogna comunque ragionare perché nella prima parte la squadra mi è piaciuta solo a tratti. Colpa del campo in cattive condizioni? No, col tempo è pure peggiorato, i presupposti per giocare c’erano e la squadra l’ha fatto». Quello dei rigori sta diventando un problema sempre più serio: «Non deve diventare un discorso simile a quello delle palle inattive, dobbiamo trovare soluzioni e sicuramente entrare più spesso in area per ottenere ancora più rigori».

GAETANO – Gianluca Gaetano ha deciso la gara con un gol a pochissimi secondi dal suo ingresso in campo, mentre Buonaiuto è stato il migliore: «Quando Cristian sta bene e si allena bene gioca e lo dimostra. Su Gaetano c’è un clima che mi spiace, l’anno scorso ha fatto cose straordinarie e tante volte non gli è stato perdonato nulla. Abbiamo bisogno della sua qualità, sono molto felice, abbiamo fatto anche gol su calcio d’angolo e sono contento». Nel primo tempo la Cremo ha sofferto i due attaccanti amaranto: «Sapevamo che quando arriva palla in area sono pericolosi perché Montalto e Galabinov hanno un peso specifico. Gestire sarebbe stato più facile così perché sarebbe bastato tenerli lontano dalla porta, invece abbiamo subito le palle alte».


Fonte: dal nostro inviato allo stadio Granillo Andrea Ferrari.
Ogni replica, anche se parziale, necessita della corretta fonte WWW.CUOREGRIGIOROSSO.COM

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche:

Alessandria, Longo: «Dovevamo chiuderla»

Alessandria, Longo: «Dovevamo chiuderla»