fbpx
Le pagelle – Buonaiuto ancora decisivo. Okoli, quante amnesie
Le pagelle – Buonaiuto ancora decisivo. Okoli, quante amnesie

Le pagelle di Reggina-Cremonese, terminata 1-2: segna Montalto nel primo tempo, nella ripresa la ribaltano Buonaiuto e Gaetano

CARNESECCHI, voto 6.5
Sul colpo di testa di Montalto non può nulla, l’ex Cremo sovrasta Okoli e colpisce da pochi passi. In pieno recupero rischia il pasticcio su un cross ma si riscatta alla grande con un’uscita coraggiosa su Cortinovis.

SERNICOLA, voto 5
Non la sua miglior partita in grigiorosso. Parte con un cross sbilenco sul secondo palo, nello stretto non è reattivo e si fa ammonire per un’entrata in ritardo su Bellomo. Poco puntuale anche al momento di sovrapporsi, Pecchia lo lascia negli spogliatoi a fine primo tempo.

BIANCHETTI, voto 6.5
Mentre Okoli fatica su Montalto lui tiene a bada Galabinov che non riesce mai a girarsi. Forse sarebbe stato il caso di fare un passo indietro al calcio di una volta, dimenticarsi della zona e scambiarsi l’uomo.

OKOLI, voto 5
Ne parlavamo proprio in settimana delle difficoltà dei difensori moderni di marcare in area di rigore. Gli va bene due volte perché prima Montalto calcia alto, poi Stavropoulos prende la traversa. Alla terza l’ex avvelenato non perdona.

CRESCENZI, voto 6.5
È il migliore del reparto difensivo. Gioca con tranquillità prima sulla sinistra e poi sulla destra, segue i tagli profondi degli esterni lavorando di fisico e non sbagliando una diagonale.

VALZANIA, voto 5.5
Gioca sotto ritmo rispetto ai suoi standard, recupera pochi palloni in pressing alto dove solitamente dà il meglio quando fa la mezzala. Perde una brutta palla in occasione del gol di Montalto quando si fa fregare da Laribi.

CASTAGNETTI, voto 6.5
Fa di necessità virtù. Le condizioni del campo non gli permettono di regalare assist di qualità ai compagni, così serve Buonaiuto di testa per il gol dell’1-1. In fase difensiva disputa la solita prova di sostanza.

FAGIOLI, voto 6.5
Un giocatore non si giudica dagli errori ma da come reagisce ad essi. Nonostante l’età si prende la responsabilità di calciare un rigore pesante, con la Cremo sotto di un gol. Lo sbaglia ma non si abbatte, tira su la testa e continua a giocare con personalità in mezzo al campo.

ZANIMACCHIA, voto 7
È tra gli uomini più in forma dei grigiorossi, inizia bene sfiorando il gol con un tiro insidioso da fuori area che termina appena alto. Turati gli nega la rete nella ripresa con una gran parata. Nel finale non si risparmia e ripiega ad aiutare Crescenzi.

DI CARMINE, voto 5.5
Di sponda gioca pure bene: trova sempre i compagni e fa ammonire Cionek. In area e alla conclusione non è pervenuto, non cerca mai la profondità per dettare la verticalizzazione dei centrocampisti.

BUONAIUTO, voto 8
Nel primo tempo anonimo della Cremo lo squillo migliore è suo: una magia sulla sinistra, Turati ha un gran riflesso. Sale in cattedra nella ripresa, tocca più palloni e manda in tilt il lato destro della difesa della Reggina. Segna il gol dell’1-1 con un gran mancino e sfiora l’1-3 con un’altra magia.


Sono entrati:

VALERI, voto 7
Prende il posto di un Sernicola in difficoltà e si mette a macinare chilometri sulla sinistra. Dopo meno di due minuti si guadagna il rigore sbagliato da Fagioli, dopo sette regala un grande assist a Zanimacchia. Dimostra con l’atteggiamento come si reagisce quando il mister fa altre scelte.

CIOFANI, voto 6.5
Dentro subito a inizio ripresa al posto di un Di Carmine in difficoltà. Si muove più e meglio del collega, non si limita ad aspettare palla ma detta la profondità e cerca di scappare alle spalle dei difensori. Peccato per il colpo di testa sulla traversa di Buonaiuto direzionato male.

GAETANO, voto 7
Dopo il mistero del gol-no gol dell’amichevole contro il Padova di domenica scorsa segna un gol tutto suo: un tap-in facile ma fondamentale a pochi secondi dal suo ingresso. Importante anche la sostanza che mette in mezzo al campo.

DELI, sv.

MERONI, sv.


L’allenatore:

PECCHIA, voto 7
Dopo un primo tempo anonimo e sotto ritmo ribalta la Cremo con i cambi (e probabilmente con le parole nello spogliatoio). La vittoria in casa della miglior difesa del torneo non è casuale perché nella ripresa i grigiorossi giocano a ritmi altissimi e meriterebbero anche il terzo gol. Bentornata Cremo.

Nicola Guarneri
Nicola Guarneri

Direttore Responsabile

Potrebbe interessarti anche:

Cremo-Legnago, Top&Flop dei grigiorossi

Cremo-Legnago, Top&Flop dei grigiorossi

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole

Napoli-Cremonese 3-3, i top dell’amichevole