fbpx
Pecchia: «Classifica? Niente calcoli. Testa al Crotone»
Pecchia: «Classifica? Niente calcoli. Testa al Crotone»

Mister Pecchia dopo Cremonese-Cosenza 3-1: «Gaetano molto bene, ma per il finale di campionato abbiamo bisogno di tutti»

La Cremonese batte il Cosenza 3-1 e riconquista il primo posto in classifica. Al termine della gara il tecnico grigiorosso Fabio Pecchia ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa: «Ci siamo già guardati negli occhi per quello che è successo all’inizio e allo spavento dovuto al primo gol. Poi la squadra ha giocato facendo quello che sa fare contro un avversario complicato e sereno dal punto di vista mentale. La partita è stata interpretata molto bene e Gianluca ha fatto due gol di altissimo livello».

QUALITÀ – Dopo averlo schierato terzino sinistro, Pecchia ha spostato Baez a destra e l’uruguayano ha fatto un partitone: «Sul gol c’è stata un po’ di leggerezza e assenza sul campo, ma Baez ha fatto una partita di altissimo livello sotto tutti i punti di vista. Pensavo di poter sfondare di più a sinistra e inizialmente l’ho messo lì, poi per come si è sviluppata abbiamo giocato di più a destra». A fare la differenza è stata la qualità nelle giocate, che ha scardinato la difesa del Cosenza: «Abbiamo avuto forza e qualità per palleggiare negli ultimi trenta metri e poi entrare, quando riusciamo a farlo con velocità si creano degli spazi e la qualità dei singoli fa la differenza. Immaginavamo questo tipo di partita, ma non di partire in svantaggio. Alla fine c’è stata maggiore reazione e consapevolezza».

LA CLASSIFICA – Grazie alla sconfitta del Lecce, in attesa di Monza-Brescia, la Cremo è prima in solitaria. Il mister però predica calma: «Non è il momento di fare calcoli, per chi ha giocato si possono fare e la quota per andare in Serie A è definita. Abbiamo la sfida di Crotone a cui pensare e ci concentriamo su quello. Sulle altre partite possiamo incidere poco». I calabresi sono all’ultima spiaggia per raggiungere i playout dopo il pareggio di oggi con la Spal: «Questo è il bello del finale di campionato, quando si diceva che il calendario favorisce… Ad oggi favorisce solo la condizione atletica e psicologica, così come la voglia di stare su. Partite semplici non ce ne sono».

I SINGOLI – A decidere la gara è stato un super Gaetano, elogiato anche da mister Bisoli pochi minuti prima della conferenza di Pecchia: «Ci sono stati momenti in cui è stato importante Buonaiuto, poi Zanimacchia, Strizzolo e ora Gaetano. Abbiamo bisogno di tutti e arriverà il momento di tutti, mancano solo tre partite e può succedere di tutto. Gianluca deve insistere e questo deve dargli maggiore consapevolezza perché da tempo ha raggiunto alti livelli di condizione psicofisica». La voglia di vincere ha permesso alla Cremo di rimontare: «Per come siamo fatti dobbiamo proseguire su questa strada: giocare e tenere la palla. Mi è piaciuta la voglia di aggredire tutte le seconde palle che ci ha permesso di rimanere sempre molto alti. Caso è un giocatore veramente molto pericoloso, Carnesecchi ha fatto un grande intervento ma è una vittoria meritata».


Fonte: dal nostro inviato allo Zini Andrea Ferrari.
Ogni replica, anche se parziale, necessita della corretta fonte WWW.CUOREGRIGIOROSSO.COM

Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche: