fbpx
Le pagelle – Vazquez e Buonaiuto, perle da finale
Le pagelle – Vazquez e Buonaiuto, perle da finale

Le pagelle di Cremonese-Catanzaro, terminata 4-1: a segno Vazquez, Buonaiuto e Coda nel primo tempo, Sernicola e Antonini nella ripresa

SARO, voto 6
Per una serata non è costretto agli straordinari: dice no alla botta da fuori di Oliveri. Con i piedi gioca con qualità. Difficile arrivare alla botta dal limite di Antonini.

ANTOV, voto 7.5
Che grinta! Gioca come se avesse un conto aperto con il Catanzaro, ringhia su ogni pallone ed entra duro (ma pulito) su chiunque passi dalle sue parti. È grazie a una sua giocata che la Cremo chiude il discorso qualificazione, sradica il pallone nella trequarti avversaria e poi lo recapita sui piedi di Coda per il 3-0.

RAVANELLI, voto 6.5
Ha un compito preciso, quello di non lasciare un centimetro a Iemmello. Lo segue anche quando va in bagno, a costo di lasciare la linea difensiva che spesso diventa a quattro perché lui si alza fino alla linea dell’area avversaria. Esce a fine primo tempo quando il risultato è al sicuro.

BIANCHETTI, voto 6.5
Primo tempo da braccetto sinistro, rispetto a Catanzaro gioca con più coraggio e attacca il mezzo spazio mandando in tilt il sistema difensivo calabrese. Ripresa da perno centrale, cura Iemmello senza particolari difficoltà.

ZANIMACCHIA, voto 6.5
Tante corse su e giù per la fascia a dar manforte in entrambe le fasi. Non entra in nessun gol però è presenza fissa sulla destra, costringe Veroli a stare basso. Come gli altri grigiorossi si applica in maniera impeccabile dal punto di vista tattico per una partita da uomo su uomo a tutto campo.

PICKEL, voto 7
Queste sono le sue partite: si nutre degli incitamenti dei tifosi e raddoppia le forze in campo per vincere duelli e recuperare possessi. È anche ordinato con il pallone tra i piedi, è lui che fa ripartire l’azione che porta al gol di Vazquez.

CASTAGNETTI, voto 7.5
Pronti via e suona subito la sveglia con una punizione che Fulignati neutralizza con l’aiuto del palo. Geniale il pallone recapitato sui piedi di Buonaiuto che vale il 2-0. In mezzo il solito lavoro di gestione del possesso, illumina il gioco con verticalizzazioni e cambi di gioco d’altra categoria.

BUONAIUTO, voto 7.5
Stroppa lo schiera a sorpresa da mezzala sinistra, lasciando in panchina gli acquisti di gennaio Johnsen e Falletti. Il gran gol del raddoppio non dice tutto sulla sua prestazione: gioca per la squadra ed esegue i compiti tattici in maniera diligente, lo si trova anche a fare le diagonali difensive.

SERNICOLA, voto 7
Inizia timido, poi dopo il gol del vantaggio si scioglie e fa vedere tutto il suo bagaglio: dà e offre scambi, punta l’uomo e trova il fondo del campo. Apprezzabile anche il lavoro in fase difensiva, segue a uomo Sounas che per levarselo di torno deve cambiare fascia. Nel finale arriva puntuale sull’assist di Collocolo e sigla il 4-0.

VAZQUEZ, voto 7.5
I segnali di vero Mudo non erano casuali: da un mese a questa parte in campo è sceso quello ha fatto la differenza a Parma per due anni. Sblocca la gara con un tiro dei suoi, un mancino a giro che si infila sotto la traversa. Essendo diffidato appena il risultato va in archivio limita l’agonismo.

CODA, voto 7
Stavolta tocca a lui partire dal primo. Si spende per la squadra e lavora bene, il gol di Vazquez parte da una sua azione palla al piede. Tiene bene anche fisicamente, allunga la squadra seguendo i lanci di Castagnetti. Segue bene l’azione quando segna il facile gol del 3-0.


Sono entrati:

LOCHOSHVILI, voto 6
Dentro subito a inizio ripresa al posto di Ravanelli. Con il risultato in ghiaccio cura la posizione senza particolari patemi, prova anche qualche sortita offensiva.

COLLOCOLO, voto 6.5
Mette preziosi minuti nelle gambe in vista della finale playoff contro il Venezia in cui servirà tutta la sua forza. Progressione dirompente in occasione del 4-0 di Sernicola.

FALLETTI, voto 6
Dà il cambio al diffidato Vazquez, gioca mezz’ora di buona intensità.

MAJER, voto 6
Entra per Pickel e va a fare la mezzala. Con il Catanzaro in dieci non ha bisogno di spremersi troppo.

GHIGLIONE, sv.


L’allenatore:

STROPPA, voto 7.5
Ancora una volta azzecca le scelte iniziali: Buonaiuto ripaga con prestazione e gol. Prepara la gara in maniera impeccabile, impostandola su duelli individuali dai quali i grigiorossi escono sempre vincitori. È anche bravo anche a toccare le corde giuste, nella gara più importante della stagione la Cremo offre la miglior prestazione stagionale.

Nicola Guarneri

Direttore Responsabile

Potrebbe interessarti anche: