fbpx
Mandorlini: «Vi svelo perché ho scelto Cremona»
Mandorlini: «Vi svelo perché ho scelto Cremona»

Mister Mandorlini si racconta ai microfoni di Dazn e, oltre a ripensare al passato e guardare al futuro, parla del suo presente, la Cremonese.

Il campionato di Serie B ricomincia per tutti, ma non per la Cremo: i grigiorossi dovranno infatti affrontare un turno di riposo prima della sfida con il Benevento di sabato prossimo. Per questo motivo Andrea Mandorlini ha parlato ai microfoni di Dazn per la rubrica dedicata ai condottieri delle squadre del campionato cadetto, parlando di sé e della Cremonese.

La Cremo è attualmente sesta in classifica con 11 punti ed è, insieme al Pescara, ancora imbattuta: «Il fatto di essere imbattuti è importante, siamo stati bravi, forse ci manca qualcosa ma abbiamo fatto sicuramente cambiamenti importanti rispetto ad agosto». Durante la conferenza di presentazione dello scorso aprile Mandorlini sottolineò di aver rifiutato varie offerte dalla Serie A a favore della Cremonese, e quando gli è stato domandato il perchè di questa scelta il Mister ha risposto: «In verità dopo essere venuto a vedere qualche partita in cuor mio pensavo “Speriamo che non mi chiamino” perchè vedevo che c’era una situazione difficile. Poi invece non so di preciso cosa mi abbia stregato, probabilmente le sensazioni e l’istinto».

L’intervista ha inoltre permesso di scoprire un curioso particolare riguardante il rapporto tra il Mister e il torrone, dolce tipico cremonese: «Il torrone mi piace da morire, ma da quando sono qui non l’ho ancora mangiato, aspetto l’occasione giusta per farlo».

16 avventure diverse in carriera, come  giocatore prima ed allenatore poi, sono un bagaglio d’esperienza di tutto rispetto. Ecco dunque che Mandorlini ha deciso di commentare alcune delle esperienze fatte nei suoi 40 anni di calcio. Spezia, Hellas Verona e Inter sono i ricordi più belli: «A Verona ho passato tanti anni conditi da tante vittorie e record, l’Inter è il sogno che si ha da bambini e che si è realizzato, a La Spezia ho passato tre anni bellissimi».

Il Mister ha poi concluso parlando della sua Cremonese e del futuro: «Sono contento di essere qui, vedremo dove arriveremo con questa squadra e questa società».

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche:

Giacchetta: «Manteniamo questa mentalità»

Giacchetta: «Manteniamo questa mentalità»