fbpx
La Regia è tornata!
La Regia è tornata!

Dalle ceneri della Reggiana nasce  l’Audace Reggio FC per far tornare grande Reggio Emilia dopo il fallimento della società guidata dall’americano Mike Piazza

Era il 3 giugno 2018, a Siena i padroni di casa eliminavano tra le polemiche i granata della Reggiana, che fermavano così la loro scalata verso la Serie B, non sapendo che il peggio doveva ancora arrivare.                                                                                                                 Quel giorno è stato l’inizio della fine: nelle settimane seguenti a Reggio Emilia si è caduti nel baratro, con l’addio del presidente Mike Piazza e l’onta del fallimento, a soli tredici anni di distanza dal primo crack del 2005.

La tifoseria granata è sprofondata nella disperazione, passando in poco tempo dal sogno della serie cadetta alla preoccupazione di vedere sparire definitivamente la loro amata squadra, proprio nell’anno in cui ci si apprestava a festeggiare il centenario.

Oggi, 6 agosto, la situazione appare più chiara, essendo nata la nuova realtà dell’Audace Reggio FC, che si iscriverà al prossimo campionato di Serie D, probabilmente nel girone delle nobili decadute insieme a Cesena e Modena.                                                                     L’ambizione è quella di far tornare Reggio Emilia e la Reggiana grandi grazie al titolo dato dal sindaco Luca Vecchi ad una cordata di imprenditori locali: è finito il sogno americano e d’ora in poi si sognerà a chilometri zero.

La nuova denominazione rappresenta al meglio la Reggiana poichè audace è colui che affronta impavido il pericolo, come i tifosi granata che hanno combattuto in questo periodo difficile per restare in vita, lottando contro le avversità e non mollando mai e adesso che il peggio dovrebbe essere passato, possono andare fieri di quanto fatto e tornare a sognare come ai tempi d’oro.

Era la stagione 1992/93: Cremonese e Reggianasalivano a braccetto in Serie A, l’una prima e l’altra seconda, per la gioia di entrambe le tifoserie, le quali compongono uno dei più solidi gemellaggi, nato nel 1978 e consolidatosi nel corso degli anni, nonostante campionati difficili.

Questo è l’inizio di un’epoca per i granata, con una nuova denominazione e un nuovo logo, definito dalla pagina Facebook della società “nostro, unico, audace e reggiano”, ma ciò che non cambierà mai sarà l’affetto che i tifosi provano per la propria squadra, elemento fondamentale per ripartire nel migliore nei modi.

Le carte in regola per farlo ci sono: il motto “dai c’andom” è sempre presente per tornare grandi e sperare di rivivere momenti indimenticabili come quelli degli anni ’90, con Cremonese e Reggiana presenze fisse in Serie A, con i colori grigiorosso e granata che sventolavano insieme nel gotha del pallone.

Andrea Ferrari
Andrea Ferrari

Caporedattore, Content Manager e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche:

Cremo, chi è Filippo Nardi

Cremo, chi è Filippo Nardi