fbpx
Frosinone, a Cremona per capire davvero chi sei
Frosinone, a Cremona per capire davvero chi sei

Il focus sulla prossima avversaria della Cremonese: il Frosinone, appena retrocesso dalla A, che ha iniziato male la nuova stagione

La Cremonese vuole dare continuità al pareggio di Empoli, arrivato in rimonta alla prima di mister Baroni in panchina, ma condivide lo stesso identico obiettivo con il Frosinone, che cercherà allo Stadio Zini conferme dopo la vittoria, risicata e di misura, di lunedì scorso in casa contro il Livorno, grazie a un rigore di Ciano. Un successo probabilmente meritato per le tante occasioni create, ma certamente non può dare troppe garanzie per la formazione di mister Nesta, finito sulla graticola già in un paio di occasioni dall’inizio del campionato. Per questo, come dicevamo, la partita dello Stadio Zini sarà un vero e proprio test per i ciociari, per capire se sono guariti davvero o se nella scorsa giornata si è verificato un exploit senza fondamenta.

CLASSIFICA – Piange ancor più di quella della Cremonese la classifica del Frosinone. Ebbene sì, possiamo anche parlare di sfida fra deluse, poiché nonostante si siano presentate ai nastri di partenza del campionato per posizionarsi stabilmente nelle prime posizioni, oggi, alla vigilia della nona giornata, i grigiorossi si trovano a 11 punti, mentre i ciociari addirittura a 9, rispettivamente a -4 e -6 dal secondo posto (ultimo per la promozione diretta). Score negativo per i giallazzurri: sconfitta all’esordio inaspettata e molto pesante a Pordenone (3-0), vittoria per 2-1 sull’Ascoli la settimana successiva nei minuti di recupero, poi nuovo scivolone esterno a Chiavari con l’Entella (1-0). Seguono il pari col Venezia (1-1), la sconfitta per 3-1 a Perugia, poi altri due pareggi con Cosenza allo Stirpe e Salernitana all’Arechi, fino ad arrivare al successo sul Livorno, ancora negli ultimi scampoli di partita. Segno che la squadra ha carattere, ma non sempre può andarle bene: un undici di qualità così elevata deve saper sbloccare prima le gare e saperle padroneggiare, senza futili rischi.

ALTRI DATI – Cremonese e Frosinone condividono il peggior attacco del campionato: solo 7 gol realizzati fin qui in otto giornate, in compagnia di Trapani, Entella e Cosenza. Piuttosto strano anche questo dato, considerati i reparti offensivi di ambo le formazioni: se i grigiorossi da una parte hanno ingaggiato Palombi e Ceravolo, oltre ad aver “strappato” agli avversari di giornata la bandiera Ciofani, sempre in doppia cifra negli ultimi tornei cadetti disputati, dall’altra mister Nesta dispone di Ciano, Dionisi, Citro e Trotta, garanzie per la categoria, insieme ai giovani Matarese e Novakovich. Ciano, il centrocampista Paganini e il difensore Capuano comandano la classifica marcatori del club con 2 reti, le stesse dei nostri Soddimo e Mogos. In quanto alle reti incassate, 11 per i laziali e 10 per i grigiorossi.

ROSA E MISTER – Rispetto alla Serie A, il presidente Stirpe e la società hanno scelto di abbassare l’età media della rosa: oltre al 34enne Ciofani, nessuno rinnovo di contratto per Molinaro e Sammarco, entrambi classe ’83. Fra i nuovi arrivi, solo due sopra la soglia dei 30 anni: Citro, tornato dal prestito al Venezia, e il terzino Salvi, 31 anni, arrivato a zero dal fallimento del Palermo. Dai rosanero è arrivato anche Szyminski (25enne), certamente importanti per la categoria anche gli acquisti di Zampano dal Pescara, Rohdén dal Crotone e Haas dall’Atalanta; curiosa la scelta di pescare dal Reading (Championship inglese) Novakovich, serbo con cittadinanza statunitense, ancora a secco in questo avvio. Scelto per la panchina Nesta, campione del mondo 2006, reduce dai due playoff alla guida del Perugia: solitamente schiera un 4-3-1-2, ma nelle ultime due sfide ha optato per il cambio al 3-5-2, in cerca di nuove soluzioni per rilanciarsi.

VERSO LO ZINI – In forte dubbio per la partita di domenica sera contro la Cremonese il centrocampista Raffaele Maiello, che ha ricevuto un forte colpo durante la partita col Livorno, tanto da uscire dolorante nel primo tempo, e l’attaccante Marcello Trotta, out per lombalgia. I due son sottoposti a terapie e non dovrebbero recuperare in tempo per la sfida ai grigiorossi.

Andrea Ferrari
Andrea Ferrari

Caporedattore, Content Manager e Social Media Manager

Potrebbe interessarti anche:

Parma, una corazzata per la promozione

Parma, una corazzata per la promozione