fbpx
Cremonese, per Falletti prima da ex contro il recente passato
Cremonese, per Falletti prima da ex contro il recente passato

La sfida tra la Cremonese e la Ternana sarà anche la prima di Falletti contro i suoi ex tifosi, e chissà se dall’inizio o a partita in corso

Quella di sabato 13 aprile per César Falletti non sarà sicuramente una partita come tutte le altre, indipendentemente dal fatto che possa scendere in campo o meno. Già perché, per lui, sarà la prima volta da ex contro quella Ternana che lo ha portato in Italia e che lo ha lanciato (in Serie B ha giocato anche a Palermo, ma le Fere erano appena retrocesse). Tale descrizione, però, sarebbe riduttivo per descrivere il rapporto che lega il fantasista sudamericano alla città e alla società umbra. Basti pensare che, nonostante avesse offerte dalla Serie B, nel 2020, accettò anche di scendere in Serie C con lo scopo di farle vincere il campionato (operazione poi riuscita in un solo anno). Tale ritorno gli è valsa la fascia da capitano e il secondo gradino del podio dei bomber rossoverdi all-time.

ADDIO A GENNAIO – Però, nonostante tutto questo, l’addio con la dirigenza della Ternana non deve essere stato dei più sereni. D’altronde quale addio lo è? Non a caso, il ds della Ternana Stefano Capozucca tenne una conferenza per spiegare i motivi della cessione del ragazzo, ossia che per due volte aveva rifiutato il rinnovo del contratto in scadenza a giugno 2024, e che per lui la proposta della Cremonese rappresentava l’offerta della vita poiché gli garantiva la possibilità di giocarsi, eventualmente, la Serie A.

STROPPA COME TESSER? – Sarà curioso capire come il tecnico grigiorosso vorrà gestire questa girandola di emozioni che sicuramente il ragazzo vivrà. Non è nemmeno da escludere che possa decidere di schierarlo titolare, soprattutto alla luce dell’ultima negativa prestazione di Vazquez che potrebbe liberare un posto in quella zona di campo. Mister Tesser, per esempio, raccontò di prestare particolarmente attenzione a quando un suo giocatore affrontava una squadra in cui aveva già militato, poiché avrebbe potuto riscontrare motivazioni aggiuntive.

Nicolò Casali

Redattore

Potrebbe interessarti anche:

Cremonese-Venezia, la designazione arbitrale

Cremonese-Venezia, la designazione arbitrale