fbpx
Cremo, riparti dalle cose semplici
Cremo, riparti dalle cose semplici

Per uscire dalla crisi la Cremo deve tornare a fare le cose semplici, in modo da riacquistare la fiducia perduta

Possono essere ridotti a due i momenti decisivi della sconfitta casalinga della Cremo contro il Pisa nell’ultimo turno di campionato: il gol del 2-1 che ha riaperto la partita e, ovviamente, l’ultima rete in pieno recupero. Entrambe le marcature sono state viziate da evidenti errori tecnici da parte dei giocatori più esperti e qualitativi in rosa, Piccolo e Terranova.

MURPHY WAS HERE – Senza cercare scusanti agli errori individuali dei due giocatori, in questo momento la Cremo oltre a non riuscire a esprimersi su buoni livelli per 90’ attraversa anche un periodo quantomeno sfortunato. Alla prima disattenzione i grigiorossi vengono puniti, ogni errore viene pagato a caro prezzo. Insomma, se qualcosa può andare male state certi che lo farà. Il Piccolo della scorsa stagione in quel frangente sarebbe uscito in dribbling e avrebbe effettuato un lancio di 40 metri, mentre il Terranova del primo anno avrebbe trovato un anticipo pulito per far ripartire l’azione. Contro il Pisa invece entrambi hanno sbagliato e gli errori sono stati pagati ben oltre i loro demeriti.

RIPARTIRE DALLE COSE SEMPLICI – Ora il compito loro e della squadra è capire il momento e adeguarsi. Ci sono momenti della partita (e della stagione) in cui arrivano gol da 35 metri, altri in cui anche il passaggio più semplice sembra più complicato di un’equazione differenziale. Serve quindi ripartire dalle cose semplici, ritrovare la fiducia in se stessi e nei compagni, cercando di massimizzare i profitti delle giocate rischiando il meno possibile nelle zone di campo più pericolose. Prima o poi anche il sig. Murphy si stancherà e andrà ad applicare la sua legge in qualche altro campo di Serie B.

Nicola Guarneri

Direttore Responsabile

Potrebbe interessarti anche: