fbpx
Cremo, con Ceravolo o tutto o niente
Cremo, con Ceravolo o tutto o niente

Fabio Ceravolo è entrato verso la fine nella sfida contro il Cittadella, ma un impiego così scarso sembra sprecato per un giocatore del suo calibro

Chi pensava che i nuovi stimoli e soprattutto il nuovo assetto tattico avrebbero potuto rilanciare Ceravolo, evidentemente si è sbagliato di grosso. È vero che siamo soltanto alla prima giornata, ma la titolarità di Strizzolo al fianco di Ciofani (380 cm di altezza in due) sembra stridere contro la regola del calcio non scritta che vuole al fianco del Marcantonio di turno una spalla più brevilinea e tecnica. Non a caso, i due hanno faticato a dialogare a causa della loro prevedibilità. E anche di cross per sfruttare la loro fisicità non ne sono arrivati molti.

RISERVA DELLA RISERVA – Che Strizzolo uscisse all’intervallo era cosa piuttosto prevedibile, un po’ meno che al suo posto fosse scelto il giovane Celar. Giocatore promettente, classe ’99, ma ancora un po’ acerbo. Sulla stessa panchina dello sloveno sedeva pure Fabio Ceravolo, che come caratteristiche forse sarebbe stato più complementare a Ciofani o all’ex Pordenone. Entrando al minuto 80 non è facile riuscire a dire la propria. Il nostro messaggio a questo punto è chiaro: se decidi di tenere in rosa l’attaccante di Locri per una nuova stagione, ci aspettiamo un impiego maggiore nel corso del campionato per permettergli di giocarsi al meglio la seconda chance.

ANCORA MERCATO? – A questo punto il quesito è: avendo un atavico problema in attacco (palesatosi anche domenica), puoi permetterti il lusso di considerare uno Ceravolo come quarto attaccante, da buttare dentro gli ultimi 10 minuti? Non sarebbe meglio dargli fiducia sperando di ritrovare quell’attaccante da doppia cifra che al momento non hai? Se la risposta dovesse essere negativa, allora converrebbe voltare pagina e cercare altro sul mercato. Perché è vero che è stato solo l’esordio, ma non si vorrebbe neanche che diventasse un’abitudine.

Nicolò Casali
Nicolò Casali

Potrebbe interessarti anche:

Entella, non è un buon inizio

Entella, non è un buon inizio