fbpx
Bonato: «C’è voglia di riscatto. In settimana qualche innesto»
Bonato: «C’è voglia di riscatto. In settimana qualche innesto»

Il ds Bonato nella conferenza di inizio stagione: «Le parole chiave saranno continuità e ringiovanimento. Ripartiamo da una base solida»

In occasione della conferenza stampa di questa mattina, lunedì 24 agosto, il direttore sportivo della Cremonese Nereo Bonato ha presentato la nuova stagione, affiancato dal tecnico grigiorosso Pierpaolo Bisoli. Ecco di seguito riportate tutte le dichiarazioni del dirigente grigiorosso. Clicca qui, invece, per leggere le parole del mister.


OGNI REPLICA, ANCHE PARZIALE, NECESSITA DELLA CORRETTA FONTE CUOREGRIGIOROSSO.COM


PAROLE CHIAVE – «Oggi si apre una stagione nuova, ricca di grande voglia di riscatto – le prime dichiarazioni di Bonato, rimasto in sella dopo la salvezza ottenuta poco più di tre settimane fa -. Le parole chiave saranno continuità e ringiovanimento, che abbiamo voluto dare a livello di organico. Continuità perché si riparte da un gruppo di base già in essere con cui Bisoli ha lavorato per tre mesi, capendo cosa c’era di buono e meno buono. Ringiovanimento perché l’idea della società è quella di abbassare l’età media della rosa, siamo d’accordo con mister Bisoli e la riteniamo la cosa giusta da fare in questo momento. Tutto questo cercando di inserire profili funzionali al gioco del mister».

ERRORI – La Cremonese ripartirà dopo una stagione difficile e lunga, sia dentro che fuori dal campo: «Veniamo da un’annata complicata che negli ultimi mesi ha dato segnali positivi. Da qui bisogna ripartire e lavorare. Non è giusto in questo momento porsi obiettivi, se non quello di lavorare con umiltà e sacrificio tutti i giorni per poi vedere cosa dirà il campo. L’anno scorso a fine mercato  sulla carta sembrava una sessione importantissima, ma quando si cambia tanto è normale avere difficoltà. Quest’anno cerchiamo di partire da quanto abbiamo in essere con un mister che ha conosciuto da vicino i ragazzi». Il direttore ha poi salutato Claiton e Arini, freschi di addio: «Li ringrazio per l’importante contributo di questi anni, mi sembra corretto». 

INNESTI – Bonato si è poi soffermato sugli innesti (numerici e non) che arriveranno a Cremona in questa particolare sessione di trattative, che aprirà ufficialmente il primo giorno di settembre: «Ci saranno 4-5 acquisti, il mercato inizia a settembre e dura un mese, nel corso del quale faremo sicuramente valutazioni per capire se servirà altro o meno. Situazione portieri? Ravaglia rinnova, ma stiamo cercando un altro numero 1 per completare il reparto. Canotto e Buonaiuto sono sicuramente profili interessanti, ma non gli unici che stiamo seguendo. Lunetta e D’Orazio? Non rientrano nei nostri parametri». Il ds ha poi parlato del possibile ritorno di Valzania e Gaetano: «Per Gaetano è solamente una questione burocratica, prima deve trattare il rinnovo con il Napoli e i tempi sono un po’ lunghi per la questione diritti d’immagine, ma abbiamo la parola del Napoli. Valzania ha chiesto tempo, aspetteremo qualche giorno per poi vedere se bisognerà andare su altri profili». 

PRESTITI – Una delle critiche mosse alla Cremonese negli ultimi anni è quella di avere troppi giocatori in prestito e pochi di proprietà. Bonato non è d’accordo: «La cosa importante è che i prestiti dell’anno scorso siano rimasti anche quest’anno, ovviamente fare queste operazioni permette di esporsi meno a livello di budget. Il segreto è la continuità: se ragazzi come Ravanelli e Zortea rimangono qui due anni è senza dubbio una cosa positiva. Poco attaccamento alla maglia? Credo che i ragazzi abbiano dimostrato di mettersi in gioco per il bene della Cremonese».

GIOVANI – Bonato ha concluso la conferenza assicurando che la Cremonese punterà anche sui ragazzi provenienti dal suo settore giovanile: «La società vuole senza dubbio valorizzare il lavoro fatto, già alcuni ragazzi sono stati aggregati a lungo con la prima squadra e Girelli ha esordito con il Pordenone. Il mister avrà tempo e modo di valutarli, ma l’occhio attento c’è sempre. Per quanto riguarda lo scouting, abbiamo misurato le caratteristiche che fanno per noi, ed è importante trovare quelle giuste a livello sia umano che tecnico tattico. Andremo su giocatori che potranno impattare sulla rosa». 


Fonte: dal nostro inviato in conferenza Lorenzo Coelli
Ogni replica, anche se parziale, necessita della corretta fonte CUOREGRIGIOROSSO.COM

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche: