fbpx
Bisoli: «Cara Cremo, salviamoci. E poi…»
Bisoli: «Cara Cremo, salviamoci. E poi…»

Le parole di Bisoli, intervistato dalla rosea: «Mi aspetto di più da tutti i giocatori. Qui ho trovato persone eccezionali ma depresse»

La Cremonese è ferma, ma Bisoli non vede l’ora di cominciare. Il tecnico grigiorosso è stato infatti intervistato dalla Gazzetta dello Sport, con la quale ha parlato della squadra grigiorossa prima e dopo il suo arrivo: «Quando mi hanno chiamato ho preso la macchina e son partito come un razzo, forse sono stato un po’ incosciente ma non vedevo l’ora. Dopo un paio di giorni ho percepito il disagio a causa del virus, ho trovato persone eccezionali ma depresse. Cerco di trasferire il mio entusiasmo anche se non posso abbracciarle come piace a me».

BUON INIZIO – L’avventura (sul campo) della sua Cremo non poteva iniziare meglio. Il segreto? «Ho solo dato un Vivin-C, ma ne servono altri, con bastone e carota – scherza Bisoli – . A Frosinone la squadra ha dimostrato voglia di uscire da questa situazione, è bastato toccare le corde giuste». La débâcle di questa stagione per i grigiorossi non si spiega: «Dopo la vittoria sul Crotone di settembre davo la Cremonese come una delle candidate alla A, dopo non so cosa sia successo e non lo voglio sapere. Sicuramente mi sarebbe piaciuto un giorno allenare una squadra così».

ASPETTATIVE –Tutto l’organico della Cremonese sta rendendo meno del previsto. Per questo Bisoli chiede molto ai suoi ragazzi: «Mi aspetto di più da tutti e 25. Ad esempio, a Ceravolo ho detto che ho bisogno di lui, rispetto a quando l’ho visto con il Crotone mi è parso spento. Anche Claiton mi è parso un po’ indietro, ma mi serve». Alla sua prima uscita l’ex Cesena ha schierato un 4-3-3: «Ho scelto questo modulo perché abbiamo doppioni di livello in tutti i ruoli».

CLASSIFICA – Nonostante la vittoria, la situazione dei grigiorossi non è ancora rosea: «Chi sbaglia rischia tanto, a noi serve una serie positiva, cosa che questa squadra non ha mai fatto: è pazzesco solo pensarci»In campionato sta dominando il Benevento di Inzaghi, mentre dopo un’inizio ricco di allenatori propositivi sono entrati in scena Bisoli, Cosmi e Pillon tra gli altri: «Pippo sta facendo qualcosa di straordinario, gli ho fatto i complimenti. Tuttavia, spero di dargli un dispiacere quando ci incontreremo. Il ritorno degli esperti? Quando arrivano le difficoltà serve l’esperienza. Io vedo una B che gioca bene ma concretizza poco: ad esempio Frosinone e Spezia hanno puntato sulla concretezza e sono arrivate in alto».

SALVEZZA, E POI? – Il contratto di Bisoli, in scadenza a giugno, prevede il rinnovo automatico in caso di salvezza: «Mi piacerebbe fare come ho fatto a Bologna e Cesena: salvarmi il primo anno e vincere al secondo. Questa Cremonese ha tutto per farcela». Prima di tornare in campo, bisogna giocare la partita più importante, quella contro il Virus: «Non cominciamo a fare i tuttologi, seguiamo i consigli degli esperti. Sicuramente posso conoscere meglio la squadra, ma non avrei mai voluto una situazione del genere. Il video per sensibilizzare? Fa parte del nostro lavoro, è giusto ricordarlo». Nel frattempo il mister studia«Sono a casa mia a Cesenatico e guardo partite su partite».

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche: