fbpx
Baroni: «Non possiamo permetterci di sbagliare»
Baroni: «Non possiamo permetterci di sbagliare»

Mister Baroni alla vigilia di Cremonese-Perugia: «Ho visto bene i ragazzi, ho sensazioni positive. L’avversario è forte, ma pensiamo a noi»

Non sarà un ultimatum, ma la sfida di domani tra Cremonese e Perugia è una di quelle che non vanno assolutamente sbagliate. Alla viglia del match, in programma domani alle 15 e valido per la 16° giornata di Serie B, ha parlato presso il Centro Arvedi mister Baroni, che fin qui ha raccolto 7 punti in 8 partite dal suo ritorno all’Ombra del Torrazzo. Ecco tutte le sue parole.

L’AVVERSARIO – I grigiorossi affronteranno il Perugia, che quest’anno punta dichiaratamente alla Serie A«Si tratta di un avversario importante, hanno buoni giocatori e praticamente due squadre titolari. -spiega Baroni -. In questo momento dobbiamo guardare a noi, bisognerà fare una partita importante sotto tutti i punti di vista, servirà una prestazione di grandissimo livello». Dei 20 gol subiti dal Grifo, ben 9 sono arrivati nei minuti 0-15 e 45-60, mentre la Cremo di Baroni ha segnato solo nell’ultima mezz’ora: «I numeri sono importanti, ma noi dobbiamo fare 95 minuti di grandissima attenzione. Nella nostra situazione non possiamo permetterci di sbagliare niente. Guardo alla mia squadra pur consapevole che l’avversario è forte». La riflessione del mister.

INFERMERIA – Baroni ha poi fatto il punto sugli infortunati, che stavolta sembra sorridergli: «Abbiamo avuto qualche piccolo acciacco in settimana: Ravanelli è tornato da Verona con una contusione alla caviglia, ma oggi si è allenato. Vale anche per Terranova che ha avuto la laringite ma è tornato e sarà convocato. Anche Piccolo e Deli saranno convocati. Stanno rientrando tutti e questo per noi è importante, anche se non sono al top ci permettono di avere alternative».

FORMAZIONE – Causa l’espulsione di Mogos, Baroni potrebbe puntare di nuovo su Zortea dal 1′: «Al 90% gioca Zortea perché è giusto, sta crescendo e bisogna metterlo in campo. Antonio è disponibile, credo che giocheremo col 3-5-2 in quanto loro soffrono il vertice basso. Sarà importante un atteggiamento determinato fin da subito– per uscire dal periodo buio il mister chiede aiuto anche ai tifosi -. Abbiamo anche bisogno dell’aiuto del pubblico, so che ci sarà visto il momento difficile e delicato da cui possiamo uscire tutti insieme». Il tecnico toscano resta vago quando gli si chiedono ulteriori dritte sull’undici iniziale: «Ciofani, Ceravolo e Piccolo stanno bene, i ragazzi in questa settimana mi stanno mettendo in imbarazzo in senso positivo, sento tanta voglia di giocare, dobbiamo fare una partita coraggiosa.La formazione si discosterà poco dall’ultima, forse ci sarà qualche cambio a centrocampo e in avanti».

PLAYOUT – Con la vittoria di ieri sul campo del Chievo per 3-2, la Juve Stabia ha agganciato la Cremo a 17 punti, con la classifica che già adesso vede i grigiorossi in zona playout. Bisognerà assolutamente evitare di perdere ulteriori punti per strada:«Questo sarà il campionato da qui alla fine. Non dobbiamo guardare gli altri risultati, ma pensare a noi. In questo momento la classifica è cortissima e questo è tipico di questo campionato. Nelle difficoltà dobbiamo tirare fuori il meglio di noi, ci siamo preparati bene e io sono fiducioso, ma ci aspetta il verdetto del campo».


Fonte: dai nostri inviati al Centro Arvedi Lorenzo Coelli e Andrea Ferrari

Ogni replica, anche se parziale, necessita della corretta fonte WWW.CUOREGRIGIOROSSO.COM

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Redattore

Potrebbe interessarti anche:

Bonato: «Ora pensare solo alla salvezza»

Bonato: «Ora pensare solo alla salvezza»

Cremo, Crescenzi arrivato al Centro Arvedi

Cremo, Crescenzi arrivato al Centro Arvedi