Auguri a Lombardo, colui che ha vinto tutto
Auguri a Lombardo, colui che ha vinto tutto

Compie oggi 53 anni Attilio Lombardo, centrocampista grigiorosso dal 1985 al 1989, uno dei più forti della sua generazione

Cremona per tanti è stata la prima tappa verso la gloria. Lo è stato per Cabrini, per Chiesa, così come per Attilio Lombardo. Il centrocampista, casertano di nascita ma lodigiano d’adozione, è diventato grande con la maglia della Cremonese, soprattutto sotto la guida di Burgnich, per poi far faville in Italia e in Europa.

ALA – Eh già. Perché prima di vincere tutto con Samp, Lazio e Juve, ha giocato per 4 anni in grigiorosso, diventandone un pilastro nonostante la giovane età. Attilio Lombardo volava in campo. Era un’ala destra old style, a tratti imprendibile e con una buona propensione al gol. Lo si capì già dal 10 novembre 1985 quando, a soli 19 anni, segnò la sua prima rete in B, nella vittoria contro il Perugia.

RITORNO IN A – Concluse il primo anno, con tre marcature ma quello era solo l’inizio. Passavano le stagioni e Lombardo migliorava sempre di più, segnò anche la rete decisiva per espugnare il Tardini ma la A rimaneva lontana anche per colpa di quei terribili spareggi. Poi arrivò il campionato 1988-89. Attilio Lombardo fu il protagonista del ritorno in A della Cremonese: 4 gol e il rigore decisivo nello spareggio-promozione contro la Reggina. I grigiorossi erano di nuovo in massima serie e l’eroe di quel 25 giugno partì per altri lidi.

ALTRE ESPERIENZE – La prima fermata fu Genova, sponda blucerchiata. Vinse uno storico Scudetto, una Coppa Italia e una Supercoppa. Andò vicino alla vittoria della Coppa dei Campioni ma in finale il Barça fermò l’armata sampdoriana. Passò poi alla Juve dove vinse tutto, anche l’agognata Champions nonché l’Intercontinentale. Giocò anche in Inghilterra e nella Lazio (altro scudetto vinto, 3 campionati con 3 squadre diverse) per poi tornare alla Samp dove concluse una carriera gloriosa, ricca di successi. Una carriera iniziata in grande stile alla Cremonese, di cui è stato uno dei giocatori più forti ed apprezzati.

Tanti auguri Attilio Popeye Lombardo!

Paolo Castelli
Paolo Castelli

Collaboratore

Potrebbe interessarti anche:

Auguri a Bivi, il cecchino dal dischetto

Auguri a Bivi, il cecchino dal dischetto