fbpx
Stroppa: «Il Catanzaro non è solo Iemmello»
Stroppa: «Il Catanzaro non è solo Iemmello»

Le parole di Stroppa alla vigilia della semifinale playoff d’andata contro il Catanzaro: «Abbiamo il 50% di possibilità di passare»

Siamo a poche ore dal primo atto della doppia semifinale playoff contro il Catanzaro, il terzo in stagione, e la Cremonese, se vuole continuare a inseguire l’obiettivo Serie A, dovrà uscire indenne da un Ceravolo bollente. Difatti, i tifosi di casa hanno divorato i biglietti a loro disposizione nonostante il poco tempo. Il pubblico, così come la squadra di Vivarini, è galvanizzato dalla rimonta ai danni del Brescia. La Cremo, dal canto suo, dovrà approfittare della stanchezza dei giallorossi. Di seguito, la conferenza stampa integrale di mister Giovanni Stroppa alla vigilia del match.

Il Catanzaro, da regolamento, è obbligato a vincere. La partita, dunque, ha già un copione tracciato?
«Io penso che a prescindere sarebbe la stessa. Stiamo bene, sono sicuro che faremo una grande prestazione come l’ultima volta. Potevamo vincere come anche perdere, e quindi bisognerà fare ancora meglio ma abbiamo le armi per contrastarli. Quello che è successo in campionato è diverso, è una squadra votata al palleggio come noi. Abbiamo obiettivi tecnici comuni».

Le due squadre arrivano a contendersi la Serie A dopo un percorso diverso: la Cremonese dopo una retrocessione, il Catanzaro dopo una grande promozione
«Il percorso non è importante oggi, siamo sullo stesso livello con le medesime ambizioni. Abbiamo il 50% di possibilità di passare con 100% di motivazioni».

Loro, però, sono reduci da una partita tirata sino ai supplementari. Può essere un vantaggio, o il gol a 3 secondi dalla fine può aver dato una carica tale da cancellare le fatiche?
«Quello bisogna chiederlo a Vivarini, come stanno loro vedremo domani. Sarà una partita nuova con emozioni nuove. Dovremo ragionare sui 180 minuti, sapendo che quello che succederà domani non sarà decisivo».

E la Cremonese come ci arriva? Vazquez tornerà a fare la mezzala? In porta si prosegue con Saro?
«Sì, in porta fiducia confermata in Saro. Collocolo non lo rischiamo, anche se sarà disponibile come Afena Gyan. Franco sta bene, ma come tutta la squadra, e sul ruolo vedremo domani. Abbiamo recuperato energie nervose e ci alleniamo bene».

State studiando un piano per Iemmello, bomber e capitano profeta in Patria?
«Lui è un fattore al Catanzaro, lì ha trovato l’ambiente giusto. Non era mai riuscito a esprimersi in questo modo, anche se in passato aveva fatto bene salvo poi avere una flessione. È strano che giochi in B, ma non staremo attenti solo a lui. Vandeputte è un altro che piace, così come anche Petriccione che ho avuto a Crotone».

Lei ha già vinto i playoff, che sensazione dà?
«Risposta scontata: bellissima, ma ogni storia è diversa dalle altre. È calcio, abbiamo un’opportunità straordinaria, dobbiamo stare bene e avere la mentalità giusta. Cose che noi abbiamo e ci siamo»


Fonte: dal nostro inviato Nicolò Casali
Ogni replica necessita della corretta fonte CuoreGrigiorosso.com

Nicolò Casali

Redattore

Potrebbe interessarti anche: