fbpx
Rastelli: «Non mi andava di perdere»
Rastelli: «Non mi andava di perdere»

Le parole di mister Rastelli dopo il successo sulla Giana Erminio: «Mi aspettavo un avversario così, siamo stati bravi a rimontare»

Si è concluso con una vittoria il ritiro estivo della Cremonese. I grigiorossi hanno battuto 3-2 la Giana Erminio della leggenda grigiorossa Ricky Maspero sul campo neutro di Caselle (Verona)  e adesso faranno ritorno a casa. Al termine della gara ha parlato, accompagnato dalla pioggia, mister Massimo Rastelli, che ha sottolineato come giocare sulla via del ritorno possa condizionare una sfida: «Non ho mai voluto fare amichevoli di questo genere, non si vede l’ora di tornare a casa e c’è stanchezza. Ieri abbiamo lavorato tanto e mercoledì col Napoli è stato speso molto».

PIGRI MA NON TROPPO – Rastelli si aspettava un avversario propositivo e attento: «Quando si gioca con una squadra di categoria inferiore, come abbiamo fatto noi con il Napoli, ci si mette l’anima. Per loro era anche la prima partita, erano molto brillanti e non mi aspettavo niente di diverso». Nel corso del primo tempo i grigiorossi hanno subito due gol, ma hanno saputo rialzarsi: «Siamo stati un po’ pigri nell’occasione dei gol presi, ma poi ci siamo presentati spesso davanti al portiere. Dovevamo finalizzare meglio».

SISTEMA – Nel primo tempo i grigiorossi sono scesi in campo con un inedito 4-3-1-2, anche per colpa di un acciaccato Claiton: «Ho voluto provare un sistema di gioco diverso per avere più ricambi nella ripresa. Quando siamo tornati al 3-5-2 sono tornati gioco e fluidità: nel secondo tempo abbiamo velocizzato di più e abbiamo ripreso una partita che non mi andava di perdere». Dei due rigori assegnati, però, solo uno è stato realizzato: «L’importante è creare occasioni, Piccolo ha tirato bene».

Lorenzo Coelli
Lorenzo Coelli

Collaboratore

Potrebbe interessarti anche: